Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le alleanze strategiche nel settore automobilistico

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 In questo capitolo, infine, si è cercato di dare una risposta all’individuazione delle prospettive di rilancio e di sviluppo, viste nei segmenti dei motori diesel ed ecologici, dove la Cina svolge il ruolo da protagonista con una crescita del mercato a due cifre e con il suo caratteristico costo di produzione e di approvvigionamento. Il sesto capitolo, il caso Mercedes-Group e The Swatch Group nella comune realizzazione della Smart, presenta una particolare fattispecie di accordo di joint venture societario, all’origine Mcc Smart evolutosi, poi, in Smart GmbH a seguito della totale acquisizione dalla DaimlerChrysler, finalizzato alla comune realizzazione di una micro-vettura che avrebbe aperto gli orizzonti per un nuovo segmento nel mercato dell’auto. Il capitolo ha inizio con una premessa sulla vettura e sull’accordo di joint venture stretto tra le due società, per poi descrivere in dettaglio il core business, la struttura, le dinamiche e gli andamenti di mercato di entrambe le co-ventures, con lo scopo di individuare le possibili sinergie ed economie nella realizzazione in collaborazione della Smart. In seguito la tesi cura le particolarità della nuova vettura e quindi come si sviluppa l’idea Smart, il concetto da cui nasce il suo semgmento e il suo target, gli obiettivi ambiziosi, le difficoltà della ricerca della controparte da parte di Swatch, madrina del prototipo, come anche le difficoltà dell’integrazione nello sviluppo della micro-vettura. La Smart oggi presenta una tipologia di offerta multiprodotto e multisegmento, segno del successo della biposto e dell’evoluzione dell’intero mercato dell’auto. La Smart è ormai non più una macchina, ma un marchio, dato che è entrata nei segmenti delicati della vettura di tendenza come può essere la tipica biposto, con la Roadster e la ForTwo, o come può essere la tipica utilitaria giovanile nella qualità della ForFour, oppure ancora, con la ForMore, nel segmento delle SUV. Dopo aver speso le dovute riflessioni e analisi riguardo la tipologia di offerta Smart, si pone attenzione sul processo della costituzione dell’accordo a iniziare dalla complessa ricerca della controparte, dalla quasi paritaria partecipazione sulla nuova società, rilasciando il potere decisionale alla DaimlerChrysler, dal finanziamento del progetto, dalla comune realizzazione di uno stabilimento simbolo della modernità e dell’ecologia, all’aumento di capitale sociale interamente sottoscritto dalla compagnia tedesca che si vede riconosciuto il 30% in più delle quote possedute in precedenza e fino alla totale acquisizione della Mcc Smart che diviene parte integrante del gruppo Mercedes, a sua volta controllato dal gruppo DaimlerChrysler.

Anteprima della Tesi di Sebastiano Provenzano

Anteprima della tesi: Le alleanze strategiche nel settore automobilistico, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Sebastiano Provenzano Contatta »

Composta da 349 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10933 click dal 04/11/2004.

 

Consultata integralmente 69 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.