Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il lavoro sportivo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

inerenti le modalità di pratica sportiva , lo sport contemporaneo può esser infatti assunto quale un “sistema aperto” ossia come un sistema complesso e poliedrico Il modello sportivo tradizionale di matrice ottocentesco tendeva a configurare lo sport come attività con caratteri omogenei ed autonomi associati ad obiettivi nettamente definiti nell’ambito di regolamentazioni perfettamente chiare. Sport significava esclusivamente competizione o tensione verso un traguardo , un risultato ;la sostanziale uniformità di valori dominanti, in cui l’esperienza sportiva è inseparabilmente legata all’agonismo competitivo ;l’ambiente , l’organizzazione di riferimento dava origine ad un processo selettivo e di emarginazione . Tale modello si perpetua nello sport agonistico; ne conserva il sistema rigido di norme , di valori condivisi , il sistema organizzativo di base , il tendenzialmente orientatamento a perseguire risultati precisi (vittoria , progressione dei risultati sportivi ), salvo , in un processo di differenziazione , “arricchire ”la propria assiologia funzionalizzando la competizione all’”entertainment”, alla produzione di spettacoli sportivi. L’atleta è “attore “ principe nella duplice veste di competitore , con tutta la iconografia di riferimento ,e di essenziale fattore della produzione legittimando in tal modo la collocazione in ambito giuslavoristico delle problematiche inerenti il rapporto tra atleti e società sportive. Questo lavoro , senza alcuna presunzione di esaustività, intende esplicitare il processo di evoluzione del rapporto tra società ed atleti,assumendo come microcosmo di riferimento l’universo calcistico ,nell’ambito delle strutture ( anch’esse soggette a radicali modificazioni) organizzative dell’agonismo programmatico. Non si accolgono in tal senso le correnti definizioni di sport , quali ad esempio quella contenuta nella Carta Sportiva Europea del Consiglio D’Europa ai sensi della quale :”Per sport si intende qualsiasi forma di attività fisica che attraverso una partecipazione organizzata o meno , abbia per obiettivo l’espressione e il miglioramento della condizione fisica e mentale , con la promozione della socializzazione e/o il perseguimento di risultati in competizioni a tutti i livelli”, non III

Anteprima della Tesi di Domenico Zinnari

Anteprima della tesi: Il lavoro sportivo, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Domenico Zinnari Contatta »

Composta da 727 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4559 click dal 17/11/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.