Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

André Delvaux. Una ricerca sulla forma

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 15 Il film, girato in fiammingo, tratto da un romanzo di Johan Daisne e finanziato dalla televisione fiamminga (nonostante che parte dell’équipe sia francese) conoscerà i primi successi all’estero: "Godard fait une grande intervention à Pesaro en Italie, et quelque chose se met en marche". 4 Nel 1968 Delvaux decide di affrontare direttamente la questione culturale e realizza Un soir, un train tratto da De trein, der traagheid ancora di Daisne. A causa della trama; il protagonista del film, Mathias, è un professore di linguistica nell'Università di Louvain, scossa dalle "manifestazioni linguistiche"; sia la comunità francese sia quella fiamminga rifiutano qualsiasi forma di aiuto finanziario; in soccorso di Delvaux interviene nuovamente la Francia: Mag Bogard produce il film, "imponendo" Yves Montand e Anouk Aimée, mentre la distribuzione viene presa dalla Twentieth Century Fox. Siamo nel 1968 e la Fox in seguito alle manifestazioni pacifiste che infiammano l'Europa decide di ritirare tutti i suoi film dalle competizioni europee, Un soir un train non verrà presentato in nessun festival. È allora che Delvaux comincia a pensare a Belle che vedrà la luce cinque anni dopo nel 73. In seguito al rifiuto di Mag Bodard di produrre il film, Delvaux decide per un adattamento di Le roi Cophétua di Julien Gracq: Rendez-vous à Bray (1971). Dopo alcuni progetti non giunti a buon fine, tra cui Karl et Anna e la realizzazione di Le collier de Sybilla (di cui esiste la sceneggiatura) rocambolesca avventura di Arsène Lupin (sarebbe stato l'unico film d'avventura del regista), il cordone ombelicale con le letture amate si spezza nel 1973, quando finalmente Delvaux riesce a realizzare l’agognato progetto di Belle che rimarrà l’unica sceneggiatura scritta dal regista in perfetta solitudine. Con Belle sembra esaurirsi il periodo del “realismo magico”, Delvaux, deluso dall’accoglienza fredda riservata alla sua ultima opera, accetta di tornare a girare per la televisione. 4 Idem, p. 27

Anteprima della Tesi di Emiliano Baglio

Anteprima della tesi: André Delvaux. Una ricerca sulla forma, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere

Autore: Emiliano Baglio Contatta »

Composta da 300 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1680 click dal 03/11/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.