Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Apocalisse: senso della fine e mondo globale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

seguenti passi biblici: Is 13 e 24-27; Ez 38-39; Sof 1,14-18); essa fu particolarmente diffusa nel giudaismo fra il 200 a.C. e il 200 d.C. 4 Come è noto, gli Ebrei erano convinti di avere la missione di portare la salvezza divina all’intera umanità. Certo del suo ruolo nella storia del mondo, Israele ha acquisito, insieme ad una forte connotazione nazionalista, la tendenza a reagire al pericolo, alle oppressioni e alle sconfitte con la certezza profonda del trionfo finale di Jahvè, il quale, dopo una catastrofe cosmica inviata per punire i peccatori, avrebbe ricostruito un nuovo eden di pace e di prosperità. Secondo le profezie, però, prima del compimento del disegno divino, gli ebrei avrebbero dovuto affrontare guerre, castighi e pestilenze, alle quali solo alcuni, gli eletti, sarebbero sopravvissuti raccogliendosi in Palestina. 5 Qui già si riconosce il paradigma che sarà al centro di ogni escatologia rivoluzionaria: il mondo è dominato da una potenza malvagia, demoniaca, la cui tirannia diverrà sempre più atroce e le sofferenze inflitte alle sue vittime sempre più intollerabili fino a che i santi di Dio insorgeranno e la rovesceranno, e il popolo prescelto, prima oppresso, acquisterà il dominio su tutta la terra. Questo evento rappresenterà il culmine della storia umana. 6 Grazie a questa visione fantastica l’apocalittica ebraica ha esercitato un profondo fascino sugli scontenti e delusi di tutte le età posteriori. Dalla tradizione ebraica il paradigma passa a quella cristiana in cui si rintraccia una vasta letteratura profetica: pure qui troviamo l’inevitabile accostamento alle catastrofi naturali, storiche, cosmologiche e la stessa fede nell’imminenza di un nuovo regno che permise ai cristiani, allo stesso modo degli ebrei, di reagire all’oppressione subita attendendo l’era messianica in cui i 4 Si veda la voce Apocalittica, letteratura, nel Dizionario biblico di McKenzie J.L., ed. it. a cura di Maggioni B., Cittadella, Assisi, 1973. 5 Cohn N., The Pursuit of the Millennium, Martin Secker and Warburg, London, 1957, trad. It. I fanatici dell’Apocalisse, Edizioni di Comunità, Milano, 1965, pp. 22-27 6 Walzer M., Exodus and revolution, Basic Books, New York, 1985, trad. It. a cura di D’Alessandro M., Esodo e rivoluzione, Feltrinelli, Milano, 1986. 12

Anteprima della Tesi di Katiuscia Tiberi

Anteprima della tesi: Apocalisse: senso della fine e mondo globale, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Katiuscia Tiberi Contatta »

Composta da 175 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2490 click dal 04/11/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.