Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Apocalisse: senso della fine e mondo globale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

la chiesa e l’impero romano, l’autore vede la lotta decisiva fra Dio e Satana che termina con la vittoria di Dio e l’annientamento di tutte le forze a lui contrarie. Poiché sono valide in tutti i tempi sia la realtà della minaccia del male, sia le promesse di Dio di conservare la sua chiesa, l’apocalisse ha assunto un’importanza eccezionale per i cristiani di ogni tempo. 16 Augusto Placanica, autore noto per la sua analisi particolarmente interessante ed approfondita del modello apocalittico, rappresenta un punto di riferimento essenziale nella definizione e ricostruzione di questo affascinante paradigma, di cui è possibile rintracciare un’influenza costante sulla mentalità e sul pensiero occidentali. La nostra cultura è fortemente tributaria della visione biblico-cristiana della storia, unilineare e movente verso un traguardo finale ineluttabile. Tale concezione del mondo e della storia, dominata dall’ansia dell’éschaton – il termine ultimo, il destino finale di ogni essere e di ogni divenire - è stata tramandata dalle Scritture, convalidata dalla patristica e dalla scolastica, diffusa grazie alla quotidiana predicazione dei sacerdoti e penetrata nella coscienza degli individui, quale prospettiva di punizione e premio, attesa e tremore. L’intima e diffusa adesione ad essa, fa notare Placanica, ha determinato una forte coesione ideologica e una solida omogeneità nella percezione del reale, non solo in termini di convincimenti ed atteggiamenti religiosi, ma anche in termini di riflessione sul destino dei singoli, della collettività e dell’intero mondo. 17 Nella tradizione cristiana la realtà terrena è vista come peccato ed imperfezione, frutto della caduta da un originario stato di perfezione e di armonica amicizia con Dio. La possibilità di redenzione non è comunque preclusa all’umanità, anzi le viene offerta grazie alla venuta di un Salvatore: la nascita di Gesù segna l’inizio 16 Si veda ancora la voce Apocalisse nel Dizionario biblico di McKenzie J.L., op. cit. 17 Placanica A., Segni dei tempi. Il modello apocalittico nella tradizione occidentale, Marsilio,Venezia, 1990, pp. XI-XIII. 15

Anteprima della Tesi di Katiuscia Tiberi

Anteprima della tesi: Apocalisse: senso della fine e mondo globale, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Katiuscia Tiberi Contatta »

Composta da 175 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2493 click dal 04/11/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.