Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Apocalisse: senso della fine e mondo globale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

della ri-nascita del mondo, l’avvento di un nuovo mondo. Il suo sacrificio, tuttavia, non riesce ad estirpare la peccaminosità umana, aggravata dal fatto che pur avendo conosciuto il Cristo-Figlio, l’umanità non ha conseguentemente operato per riavvicinarsi al Dio-Padre. Da qui l’inevitabilità della parusìa: alla fine dei tempi Cristo farà ritorno sulla terra per giudicare tutti gli uomini ed instaurare il Regno di Dio. Proprio in questa prospettiva rientrano i frequenti avvisi di Dio agli uomini attraverso segni da valutarsi come indizi della sua ira, o come premonizioni dell’imminente Venuta di Cristo. Da questa tradizione biblico-evangelica, sostiene Placanica, scaturisce il paradigma dell’epoca-catastrofe, il quale consta di due facce fra loro speculari e complementari: da un lato c’è l’idea della fine della storia nell’imminenza di un grande fatto storico, rappresentato dalla nascita di Gesù; dall’altro c’è il sovvertimento del mondo costituito dalla Passione e morte di Cristo. 18 L’«epoca», infatti, è riferita al termine greco epoché, che indica la sospensione, il fermarsi in un punto, l’istantanea immobilità del tempo e della storia, l’arresto epocale, dunque, figuralmente riprodotto nella fissità del presepe. La catastrofe, concetto dinamico e, quindi, diametralmente opposto a quello di epoca, indica invece il capovolgimento: il terremoto e l’eclisse che accompagnano la morte di Gesù sono il segno del rovesciamento dei principi sui quali si regge l’ordine mondano; da quel momento questi due fenomeni naturali hanno rivestito nei secoli una fortissima pregnanza segnica nell’ambito dell’universo spirituale cristiano. 19 L’epoca è, dunque, il preludio della catastrofe, ossia di un nuovo mondo, fatto di valori nuovi, che il Figlio di Dio viene ad instaurare: se per un istante il mondo si è fermato è perché a partire da quel momento avrà inizio il capovolgimento e l’umanità non sarà più la stessa. Questo rinnovamento, 18 Ivi, pp. 31-33. 19 Sul significato segnico delle eclissi si veda anche Duby G., L’anno Mille. Storia religiosa e psicologia collettiva, Torino, Einaudi, 1976, pp. 85-88. 16

Anteprima della Tesi di Katiuscia Tiberi

Anteprima della tesi: Apocalisse: senso della fine e mondo globale, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Katiuscia Tiberi Contatta »

Composta da 175 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2490 click dal 04/11/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.