Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un sistema di Knowledge Center per il supporto alle decisioni: un’applicazione rivolta alle Pubbliche Amministrazioni ed alle Piccole e Medie Imprese del Territorio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 1.3 Piano Nazionale L'iniziativa italiana è finalizzata a fornire un contributo efficace e originale alla conoscenza, programmazione e attuazione dell'e-Government, anche in quei paesi che non hanno o hanno solo parzialmente sfruttato le potenzialità di questo importante strumento per ridurre il divario sociale ed economico[3]. Il Governo italiano ritiene infatti che l'e-Government sia uno strumento strategico per far fare un salto di qualità ai paesi sviluppati ed anche ai paesi in via di sviluppo, in termini di efficienza nei servizi della Pubblica Amministrazione[6] e, a dimostrazione di ciò, partecipa direttamente, acquisendo un ruolo di rilievo, in alcune delle più significative iniziative di questo genere proprio per fronteggiare il crescente “divario digitale”[1]. In particolare, a partire dai lavori della Digital Opportunity Task Force (DOT Force) del G8, il Governo italiano, in partnership con il settore privato e no-profit del nostro Paese, ha lanciato l’iniziativa “e-Government per lo Sviluppo”. Con questa iniziativa l’Italia si è proposta come leader su scala internazionale delle iniziative nel settore della riforma delle Pubbliche Amministrazioni dei Paesi in Via di Sviluppo tramite l’utilizzo delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Tale ruolo è stato riconosciuto al nostro Paese anche nel corso della recente “Conferenza Internazionale sull’e- Government per lo Sviluppo” organizzata in collaborazione con le Nazioni Unite a Palermo. L’iniziativa italiana si configura come un nuovo strumento di cooperazione internazionale in quei paesi che non hanno sfruttato, o lo hanno fatto solo in parte, questo importante strumento per modernizzare la funzione pubblica e colmare divari sociali ed economici. Il vantaggio è che una Pubblica Amministrazione più trasparente potrà consentire ai Paesi in Via di Sviluppo di concorrere ai processi di assegnazione degli aiuti internazionali allo sviluppo con migliori possibilità di successo, sulla base di una dimostrabile migliorata efficienza amministrativa e trasparenza dei loro sistemi di contabilità pubblica e potranno attirare investimenti esteri privati. Il modello di riferimento per lo sviluppo di una amministrazione digitale terrà quindi conto non solo delle esperienze maturate nei paesi più avanzati, ma anche delle migliori pratiche internazionali realizzate nei diversi Paesi in Via di Sviluppo. Inoltre offrirà ai Paesi interessati un riferimento ed una guida nell’intraprendere la complessa strada della riforma delle Pubblica Amministrazione tramite tecnologie e verrà poi man mano arricchito con i risultati delle specifiche esperienze di progettazione realizzate sul campo dai singoli Paesi Partner.

Anteprima della Tesi di Valerio Summo

Anteprima della tesi: Un sistema di Knowledge Center per il supporto alle decisioni: un’applicazione rivolta alle Pubbliche Amministrazioni ed alle Piccole e Medie Imprese del Territorio, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Valerio Summo Contatta »

Composta da 199 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1273 click dal 05/11/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.