Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

David Lynch e l'espressionismo postmoderno

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 INTRODUZIONE E’ importante iniziare questo lavoro di ricerca cercando di far luce su alcune questioni fondamentali ai fini di una corretta comprensione dell’argomentazione proposta. In primo luogo è utile sottolineare l’obiettivo del lavoro, il tentativo di inserire l’opera di un regista americano contemporaneo, David Lynch, all’interno della storia del cinema, cercando da un lato di definire le coordinate di un rapporto col passato e dall’altro di collocare la sua produzione nel panorama odierno. Per fare questo, inizieremo dall’analisi di una categoria estetica che storicamente è stata chiamata “espressionista”, cercando di evidenziarne i caratteri transnazionali entrati nella produzione cinematografica fino ad arrivare all’opera di Lynch. Dopo aver focalizzato il fenomeno espressionista a un livello prima storico, poi cinematografico (con tutta la difficoltà che ciò comporta e senza alcuna pretesa di esaustività), il discorso si concentrerà su alcune opere che nei decenni seguenti si sono distinte per una particolare forma di “incubo perturbante”, fra elementi variamente onirici e bizzarri. Prima di avviare l’analisi su Lynch, si riterrà necessaria ancora una breve parentesi volta a chiarire i caratteri generali della “forma postmoderna”, categoria inglobante il nostro secolo, entrata a tutti gli effetti anche in ambito cinematografico. Solo dopo aver posto queste premesse (che costituiscono tutto il primo capitolo), si potrà affrontare la filmografia lynchiana con un occhio rivolto al passato (l’espressionismo e derivati) ed uno rivolto al presente (il postmoderno): a questo punto cercare di definire i rapporti che la sua poetica intrattiene con il cinema contemporaneo, tracciando una mappatura delle eventuali influenze di stile e narrazione che da essa derivano. Detto questo, concluderemo il discorso proponendo una nuova definizione per indicare la particolare forma filmica lynchiana, espressione cinematografica di un momento transizionale tra cinema arcaico e nuove sperimentazioni postmoderne.

Anteprima della Tesi di Chiara Armentano

Anteprima della tesi: David Lynch e l'espressionismo postmoderno, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Chiara Armentano Contatta »

Composta da 213 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10053 click dal 04/11/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.