Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Hyper_Architettura - Spazi nell’età dell’elettronica e dell’informazione. Sovrapposizioni, intrecci, contaminazioni tra reale e virtuale. Un iperpaesaggio alla Fiera di Genova

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Università degli studi di Genova – Facoltà di architettura - DIPARC 8 H Y P E R A R C H I T E T T U R A Introduzione “Essere Digitali”: La società dell’informazione L'avvento della società dell'informazione postindustriale è un evento rivoluzionario in quanto non rappresenta una evoluzione "cumulativa" del vecchio "paradigma sociale" sotteso alla "società della macchina", bensì si propone come "nuovo paradigma" incompatibile con il precedente e per ciò stesso portatore di un modello diverso di organizzazione, che lungi dal rappresentare una risposta totalizzante ai bisogni emergenti da una nuova realtà, lungi dall’essere apoditticamente "migliore", ne potrà divenire in un futuro ormai prossimo una chiave di lettura, comprensione e strutturazione socio-politica più consone a nuovi equilibri che necessariamente diverranno patrimonio accettato delle generazioni a venire [Ascesa e caduta del terzo stato digitale 1 ] Non siamo più nel dramma dell’alienazione, ma siamo nell’estasi della comunicazione. [J.Baudrillard] Schermi, Server, Workstation, tastiere, clik, connessioni, internet, spazi e cyperspazi; oramai il nostro pianeta sembra diventato un grande quartiere generale dal quale con semplicissimi gesti si riesce a interagire con quello che si vuole: siamo entrati nell’era che viene comunemente chiamata “età dell’informazione”. Molti, forse troppi sono i pensatori che hanno scritto e teorizzato sul digitale, troppi perché si posso esaminare tutti e tessere un discorso organico che forse porterebbe lontani dalla trattazione della nostra tesi. Interessanti i contributi oramai divenuti “classici” di Negroponte 2 , la pungente opera di Baudrillard 3 e la visione dell’architetto urbanista e filosofo francese Paul Virilio. N.Negropononte nel suo testo “Essere digitali”4 afferma che stiamo passando o forse siamo passati da una società fatta di atomi ad una fatta di bit.

Anteprima della Tesi di Giacomo Airaldi

Anteprima della tesi: Hyper_Architettura - Spazi nell’età dell’elettronica e dell’informazione. Sovrapposizioni, intrecci, contaminazioni tra reale e virtuale. Un iperpaesaggio alla Fiera di Genova, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Architettura

Autore: Giacomo Airaldi Contatta »

Composta da 516 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6054 click dal 23/12/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.