Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione informatica all'interno della Pubblica Amministrazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 Da queste remore è scaturito un sistema nel quale le procedure amministrative sono rimaste identiche a quelle precedenti l’era degli elaboratori e l’informatica si è affiancata come duplicazione al sistema tradizionale giacché si opera seguendo il procedimento che porta l’atto amministrativo ad essere formalizzato prima su carta e poi inserito nell’elaboratore o viceversa. La terza fase dello sviluppo dell’amministrazione pubblica (considerando la meccanizzazione come prima fase) è stata definita teleamministrazione 9 , intesa come amministrazione telematica. Gli obiettivi primari della teleamministrazione sono di arrivare, da un lato, a rendere immediati i contatti tra gli uffici che oggi sono appesantiti dalla necessità di far muovere il supporto cartaceo e, dall’altro, di creare rapporti diretti tra i vari uffici della Pubblica Amministrazione per portare ad un miglioramento della produttività della stessa, al fine di impedire che sia il cittadino a doversi muovere per far avanzare il procedimento amministrativo. Alla base del progetto di teleamministrazione vi è il principio che gli atti amministrativi siano emanati in forma elettronica e che questo principio sia concretamente attuato. Trattare della teleamministrazione equivale, dunque, ad affrontare l’argomento dell’amministrazione senza carta, ossia dell’atto amministrativo e del procedimento in forma elettronica e della firma elettronica. Occorre chiarire che, l’eliminazione del supporto cartaceo 10 , non costituisce l’obiettivo primario della teleamministrazione ma un obiettivo strumentale per raggiungere un complesso di risultati dai quali si attende un potenziamento cospicuo della produttività della Pubblica Amministrazione. 9 Il termine teleamministrazione è stato esternato per la prima volta nel convegno “L’informatica giuridica e il Ced della Corte di Cassazione” svoltosi presso l’Università La Sapienza di Roma il 27-29 nov. 1991, i cui atti sono stati pubblicati per i tipi di Giuffrè nel 1992: cfr. Duni G. “Il progetto nazionale di teleamministrazione pubblica”, ivi p. 87 ss. Come pubblicazione riepilogativa della materia si veda Teleamministrazione, Voce della Enciclopedia giuridica Treccani, vol. XXX, Roma 1993. 10 La mancanza del supporto cartaceo ha portato alla creazione delle espressioni dematerializzazione e materializzazione, in merito alle quali è stato tuttavia rilevato che un quid di materiale esiste comunque per le modificazioni che la memorizzazione crea sui relativi supporti.

Anteprima della Tesi di Ingrid Colombari

Anteprima della tesi: L'evoluzione informatica all'interno della Pubblica Amministrazione, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Ingrid Colombari Contatta »

Composta da 128 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8877 click dal 05/11/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.