Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Diritto penale ed immigrazione: tra tecniche di tutela ed esigenze di riforma

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo I : I principi generali del diritto penale -9- risalire a tale epoca la nascita del principio 1 . Nel Medioevo poi, tranne che forse nell'età comunale, dell'analogia in materia penale fu fatto uso ed abuso, laddove i confini tra i diversi poteri andavano scomparendo ed il diritto diventava strumento di potere e di sopraffazione 2 . La reazione ad una situazione siffatta che, tranne poche eccezioni limitate nel tempo e nello spazio, si è trascinata fino a tutto il '600, scoppiò nel diciottesimo secolo nell'ambito della rivoluzione illuminista: è infatti Feuerbach l'autore dell'aforisma nullum crimen sine lege, anche se già Montesquieu aveva teorizzato la necessità di una rigorosa separazione dei poteri all'interno della quale il compito del giudice sarebbe stato esclusivamente quello di applicare la legge creata in altra sede dal potere legislativo; profonde ragioni politiche erano alla base del suo pensiero che mirava alla costruzione di uno 1 G.VASSALLI, Nullum crimen sine lege, in NOVISSIMO DIGESTO ITALIANO, 1957, VOL XIX, p.493 e ss; contra cfr. PETROCELLI, Appunti sul principio di legalità, in SAGGI DI DIRITTO PENALE, Padova 1957, p.185 e ss: l'autore afferma che il principio di legalità nasce "con lo stesso sorgere della civiltà e dei civili ordinamenti" e dunque sussisteva già presso i romani e nell'età di mezzo - almeno dal punto di vista teorico - ; l'autore ritiene che le violazioni perpetrate in via continuativa ad esso durante tali epoche vadano ricondotte a ragioni storico - politiche che non inficiano la (almeno) teorica sussistenza di esso nell'ordinamento. 2 Per un punto di vita lievemente differente cfr. F.MANTOVANI, Il diritto penale, terza edizione, p.40: “Benché l’istanza legalitaria trovi precedenti storici anche nel diritto romano, in quello comunale e nella criminalistica medievale, ed una più puntuale anticipazione nella Magna Charta libertatum di Re Giovanni d’Inghilterra (1215), il moderno principio di legalità fu una conquista del pensiero illuministico – liberale quale reazione allo strapotere dello Stato di polizia e nuova garanzia per il cittadino.”

Anteprima della Tesi di Maria Teresa Mazzitelli

Anteprima della tesi: Diritto penale ed immigrazione: tra tecniche di tutela ed esigenze di riforma, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Maria Teresa Mazzitelli Contatta »

Composta da 270 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10675 click dal 08/11/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.