Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Arbitrato Internazionale Commerciale in Australia: problemi attuali

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Lorenzo Paiano 15 è dedicato in questo lavoro un approfondimento dedicato a partire dal par. 3.4 del capitolo 3. II. La sect. 24 riguarda la possibilità di riunione di diversi procedimenti arbitrali; la richiesta può essere formalizzata all’arbitro sulla base di: a. Una comune questione di fatto o di diritto sorta in entrambi i procedimenti. b. Diritto al risarcimento richiesto in entrambi i processi scaturente nello stesso rapporto o serie di rapporti in esame. c. Per altre ragioni per cui è consigliabile la riunione Secondo la sezione 24(2) l’arbitro può ordinare: a. La riunione dei procedimenti. b. I procedimenti devono essere esaminati nello stesso momento o in sequenza specificata dall’arbitro. c. La sospensione di uno dei procedimenti in attesa della definizione di un altro. Non vi può essere riunione se l’altro tribunale non è favorevole. III. Le Sect. 25 e 26 disciplinano l’àmbito degli interessi legali maturati a causa del procedimento arbitrale. Secondo il primo punto della sect. 25, un tribunale arbitrale può includere in un lodo anche gli interessi legali per tutto il periodo (o parte di esso) intercorso tra la data in cui è sorta la controversia e la data della sua definizione. Il tribunale arbitrale può inoltre richiedere che siano pagati anche gli interessi sul lodo stesso dal momento della deliberazione della decisione. Entrambe le disposizioni sono derogabili per legge. IV. L’ultima disposizione concerne i costi. Questa sezione stabilisce che i costi dell’arbitrato saranno attribuiti discrezione del tribunale arbitrale, se le parti non hanno disposto diversamente. Il testo elaborato dalla Commissione delle Nazioni Unite costituisce dunque un elaborato autosufficiente e ben s’integra con la ratio dell’elaborato del Parlamento del Commonwealth. L’ultima frazione della parte III, intitolata “Miscellaneous”, è dedicata ad alcune questioni non espressamente regolate dalla Legge Modello: la

Anteprima della Tesi di Lorenzo Paiano

Anteprima della tesi: Arbitrato Internazionale Commerciale in Australia: problemi attuali, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Lorenzo Paiano Contatta »

Composta da 281 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2156 click dal 08/11/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.