Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ritmo del ''farsi dire'' in Carmelo Bene

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 partire dal Manfred, diviene teatro “ontologico” 6 , sono l’impianto figurativo e l’apparato mimico gestuale di questi spettacoli-concerto. La disposizione scenografica delle letture recital inaugurate dal Manfred si fonda su una struttura che si ripete costante. Il palcoscenico si presenta avvolto nel buio e occupato talvolta da alcune elementari tracce scenografiche, talaltra dalla sola presenza di uno o più leggii, dai quali Bene recita amplificato nel contrasto chiaroscurale prodotto dal bagliore dei riflettori puntati sul suo volto. Come in preda ad un delirio, lo sguardo di Bene, quando abbandona il leggio, vaga senza fissare alcun punto preciso, gli occhi febbricitanti errano nella penombra che circonda la scena; sul volto si notano espressioni ora di riso, ora di disperazione; i gesti si limitano, ridotti e meccanici, ad una serie di pose. Da questa atmosfera di tenebra hanno origine gli stupefacenti equilibrismi della voce che, in conflitto con gli stilizzati movimenti del corpo e le accensioni dello sguardo, rompono l’oscurità diffusa. Passato alla concertistica, Carmelo Bene liquida il pensiero, recuperando lo spirito della “musicalità” 7 e non della musica. Gli affetti diventano “modi” 8 ; le emozioni corrispondenti diventano “modi vocali” 9 . 6 Y. Brunello, Carmelo Bene tra espressione e contemplazione:appunti su un teatro della presenza e della crisi, cit. pag. 2 7 S. Colomba, Assolutamente moderni(Figure, temi, e incontri nello spettacolo del Novecento), cit. pag. 2 8 Ibidem 9 Ibidem

Anteprima della Tesi di Maria Teresa Tinto

Anteprima della tesi: Il ritmo del ''farsi dire'' in Carmelo Bene, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Maria Teresa Tinto Contatta »

Composta da 82 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4525 click dal 08/11/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.