Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Organizzazione della giustizia e indipendenza del giudice

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 alla magistratura, in antitesi a quanto avvenuto durante il periodo liberale, un’effettiva indipendenza ed autonomia dal potere politico e in particolar modo dall’esecutivo, in quanto giudicate “esigenze” e “conquiste” 4 di una democrazia avanzata oltre che misura del grado di civiltà dei popoli 5 . Solo allontanando il potere giudiziario da quella tradizionale dipendenza dal Ministro della Giustizia si sarebbe potuto realmente assicurare «ordine e libertà» per mezzo del diritto nonché la tutela delle guarentigie dell’individuo «contro l’invadenza e i tentativi di sopraffazione». La realizzazione di una indipendenza piena e senza residui dell’esecutivo, esigeva, comunque, che fosse portato a compimento nel progetto costituzionale un processo, avviato dal costituzionalismo moderno a cominciare dagli scritti di Locke e di Montesquieu, di separazione del potere giudiziario da quello amministrativo, fino a quel momento rimasti “unificati”, indispensabile per consentire il reciproco controllo. Da qui l’esigenza manifestata sin dai lavori della Commissione Forti di conferire alla funzione giudiziaria, come espressione della 4 On. M. Ruini, Presidente della Commissione per la Costituzione, A.C., 25 novembre 1947,p. 4061. 5 Cfr. P. Calamandrei, Governo e magistratura in Opere giuridiche, a cura di M. Cappelletti, vol. II,p. 199.

Anteprima della Tesi di Luciano De Vita

Anteprima della tesi: Organizzazione della giustizia e indipendenza del giudice, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luciano De Vita Contatta »

Composta da 147 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5891 click dal 10/11/2004.

 

Consultata integralmente 28 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.