Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Organizzazione della giustizia e indipendenza del giudice

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 1.2- Sviluppi autoritari del regime fascista e suoi effetti sull’amministrazione della giustizia Sotto il profilo strutturale, benché il regime fascista non avesse introdotto una riforma particolarmente significativa dell’ordinamento giudiziario vigente, tanto da indurre taluno a parlare di una «sostanziale continuità istituzionale e normativa 13 » con lo Stato ottocentesco, è indubbio che esso portò a maturazione un’inclinazione autoritaria già presente durante il periodo liberale. Tale evoluzione, certamente rovinosa per i diritti individuali, procedette in varie direzioni: attraverso il potenziamento della gerarchia interna della magistratura; l’amplificazione dei poteri dell’esecutivo, anche ricorrendo all’esercizio di un controllo indiretto sugli apparati giurisdizionali e diretto sull’ufficio del Magistrato del Pubblico Ministero, che continuava ad essere alle sue dipendenze; la moltiplicazione delle giurisdizioni speciali e straordinarie, come il Tribunale speciale per la difesa dello Stato, a composizione prevalentemente militare, istituito per perseguire e reprimere gli oppositori politici 14 . 13 Cfr. S. Senese, Giudice (nozione e diritto costituzionale), cit., p.204. 14 Cfr. C. Guarnirei, Magistratura e politica in Italia, Bologna, Il Mulino, 1993, p.86.

Anteprima della Tesi di Luciano De Vita

Anteprima della tesi: Organizzazione della giustizia e indipendenza del giudice, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Luciano De Vita Contatta »

Composta da 147 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5886 click dal 10/11/2004.

 

Consultata integralmente 28 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.