Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fondazioni per l'arte contemporanea: verso la definizione di un modello gestionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 abbandonate, en plein air, luoghi non restrittivi per le esigenze che l’opera d’arte dichiarava, gli artisti erano più tentati di esporre in luoghi non istituzionali: l’arte risultava fortemente viva e in certi ambiti oscura nella produzione. Finisce il periodo underground dell’arte degli anni settanta: i musei iniziano ad integrare fortemente le loro collezioni, si diffondono sempre di più le gallerie che fino ad allora si presentavano come realtà circoscritte e il mercato artistico apparteneva ad un’iniziale sistema d’élite. Dalla metà degli anni ottanta si assiste al boom dei grandi musei, importanti investimenti per ampliare le collezioni precorrono la crisi di inizio anni novanta, quando l’arte inizia a trovare nella comunicazione e in una realtà fortemente propositiva il proprio ruolo, profondamente legata alla promozione e alla pubblicità. Dalla crisi si è usciti con grandi opere di divulgazione, a parlare più del contenuto sono i contenitori, edifici spettacolari, opere di grandi architetti, nuove cattedrali delle città. La comunicazione, la promozione di eventi risulta un’arma vincente per avvicinare il pubblico, anche più scettico, all’arte, senza dimenticare però di tener vivo quel rapporto di istantaneità e intimità con l’incontro dell’opera. Nel corso degli ultimi decenni il numero dei musei d’arte contemporanea è aumentato in misura notevolissima non soltanto in Europa, ma anche in America e in altri paesi dell’est, questa crescita è evidentemente sintomatica e allo stesso tempo una conseguenza dell’incremento e dello sviluppo del mercato artistico nonché del crescente interesse culturale del grande pubblico. Cresce, dunque, l’importanza rivolta al luogo fisico di una mostra, allo spazio museale, essi rappresentano “uno status symbol del prestigio delle città, regioni, stati…nuove

Anteprima della Tesi di Barbara Martorelli

Anteprima della tesi: Fondazioni per l'arte contemporanea: verso la definizione di un modello gestionale, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Barbara Martorelli Contatta »

Composta da 199 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7764 click dal 02/12/2004.

 

Consultata integralmente 24 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.