Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi delle funzioni della vegetazione urbana. Un caso di studio: il Quartiere Savonarola a Padova

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

1 INTRODUZIONE La popolazione mondiale si sta sempre più concentrando nelle città. Città sempre più affollate, dove la popolazione aumenta con una velocità tripla rispetto alle zone rurali, e megalopoli concentrate soprattutto nei Paesi in via di sviluppo, con i maggiori problemi di inquinamento atmosferico, approvvigionamento di acqua potabile, gestione di rifiuti e trasporti. Si calcola che dal 1950 al 1999 le persone che vivono nelle aree urbane sono aumentate del quadruplo, passando a 2 miliardi 800 milioni. Ciò significa che il 47% della popolazione mondiale vive in città, contro il 29,7% di mezzo secolo fa. Soltanto fra il 1996 e il 1999, anni delle più recenti rilevazioni condotte dagli Stati Uniti, circa 200 milioni di individui in tutto il mondo si sono trasferiti nelle città. Si prevede così che nel 2030 potrebbero vivere in città 3 abitanti della terra su 5. In Stati Uniti, Canada, Europa occidentale e Giappone la popolazione che vive nelle città ha ormai superato il 70% della popolazione nazionale. In Italia il 31% della popolazione risiede nei capoluoghi di provincia (che occupano solo il 6 % del territorio nazionale) (Elicriso, 2001). Da ciò derivano problemi sociali e ambientali concentrati nei grandi agglomerati urbani, proprio dove numeri elevati di persone si trovano a vivere. Perciò assume importanza sempre maggiore lo studio delle condizioni di vita urbane, dei fattori inquinanti e perturbanti, quindi la ricerca di mezzi e soluzioni per diminuire il disagio provocato da una così elevata “impronta ecologica”. Ancora una volta è la natura stessa a fornirci le risposte e l’aiuto ai problemi creati dall’uomo: l’unica nostra speranza di sopravvivenza all’inquinamento generato da stili di vita non sostenibili è infatti, dopo una indispensabile diminuzione delle emissioni future, una pulizia di quell’atmosfera che abbiamo riempito di sostanze nocive. Le piante sono il filtro perfetto per la bonifica di aria inquinata, contengono meccanismi di depurazione che l’uomo non è ancora in grado di riprodurre,

Anteprima della Tesi di Maurizio Malè

Anteprima della tesi: Analisi delle funzioni della vegetazione urbana. Un caso di studio: il Quartiere Savonarola a Padova, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Agraria

Autore: Maurizio Malè Contatta »

Composta da 109 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1538 click dal 10/11/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.