Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi delle funzioni della vegetazione urbana. Un caso di studio: il Quartiere Savonarola a Padova

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 In particolare si vuole quantificare l’anidride carbonica che gli alberi presenti in una data area della città possono sottrarre all’atmosfera, utilizzandola per il proprio accrescimento. Si usano equazioni di biomassa per determinare la quantità di CO 2 accumulata e sequestrata annualmente da ogni specie arborea del verde pubblico, e si tenta di stabilire una relazione tra percentuale di copertura vegetale e quantità di CO 2 sequestrata, in modo da poter estendere una misura parziale dell’accumulo di CO 2 all’intera area, rapportandola alla copertura arborea totale. Si vuole anche calcolare l’assorbimento annuo di carbonio atmosferico da parte degli alberi urbani. In secondo luogo si vuole determinare la relazione esistente tra alcune caratteristiche degli spazi urbani (tipologie di edifici, copertura del suolo, categoria di uso del suolo) e copertura vegetale presente, quindi assunzione di CO 2 atmosferica. Si vuole infine determinare se e dove sia possibile migliorare la quantità e la qualità del verde urbano, sviluppando le sue numerose funzioni a favore dell’ecosistema urbano e della società umana.

Anteprima della Tesi di Maurizio Malè

Anteprima della tesi: Analisi delle funzioni della vegetazione urbana. Un caso di studio: il Quartiere Savonarola a Padova, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Agraria

Autore: Maurizio Malè Contatta »

Composta da 109 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1538 click dal 10/11/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.