Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il diritto al lavoro: dalla tutela nazionale a quella comunitaria ed internazionale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 2.L’INTERESSE COLLETTIVO ALL’OCCUPAZIONE Come detto il diritto al lavoro è tutelato dalla Costituzione e affonda le sue radici nell’esigenza di protezione del prestatore di lavoro. Il fine principale di tale disciplina si rinviene nella tutela dell’interesse collettivo e, nello stesso tempo, sociale e pubblico, dei lavoratori all’occupazione. Oltre al già citato art. 1 della Costituzione, che pone il lavoro come fondamento della nostra Repubblica, è possibile riscontrare la garanzia di tale fondamento nell’art. 4 della Costituzione che sancisce il diritto e il dovere al lavoro alla cui tutela è finalizzato l’intervento attuativo del legislatore. 15 L’art. 4 della Costituzione fu il frutto di una lunga discussione all’epoca dell’Assemblea Costituente, espressamente si parlò di “diritto” (sia pure avvertendo, che occorreva in futuro renderlo attuale) per sottolineare l’imperatività dell’esigenza costituzionale, morale e civile. 16 I Costituenti, tramite i loro interventi al dibattito, furono tutti concordi nel non andare al di là del valore programmatico della norma in questione, tutti consci dell’impossibilità dello Stato di garantire ad ogni cittadino un posto di lavoro, semmai i più prudenti temettero che il valore programmatico potesse non essere recepito dal futuro legislatore. 15 Art. 4 della Costituzione: “La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendono effettivo tale diritto. Ogni cittadino ha il dovere di svolgere, secondo le proprie possibilità e la propria scelta, un’attività o una funzione che concorra al progresso materiale o spirituale della società” 16 BARILE P. (2002), Istituzioni di diritto pubblico, Cedam, Padova

Anteprima della Tesi di Giovanni Castiello

Anteprima della tesi: Il diritto al lavoro: dalla tutela nazionale a quella comunitaria ed internazionale, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Giovanni Castiello Contatta »

Composta da 187 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8950 click dal 12/11/2004.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.