Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Costruzione di un'emergenza in rete: siti web e pedofilia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

12 1.3 Utilizzo della rete come mezzo di difesa della cultura pedofila Lo sviluppo di siti favorevoli alla pedofilia è dovuto al fatto che, se prima il pedofilo aveva una visibilità e una possibilità di contatto con i suoi simili molto limitata, oggi invece, grazie allo sviluppo della rete, può mettersi in contatto con altre persone come lui con estrema facilità, in maniera da sostenersi e portare avanti la loro convinzione. Così, infatti, utilizza un mezzo di comunicazione di uso comune per far sentire la propria parola, a discapito di tutti quelli che sono contrari. La novità, infatti, sta nella nuova organizzazione che si sono dati i pedofili, e non nelle loro convinzioni che in realtà sono sempre esistite. Altro fattore di rilievo risulta essere l’anonimato che si può ottenere attraverso la Rete, e questo è a tutto vantaggio del pedofilo, il quale non ha intenzione di rendere pubblica la sua identità. Va comunque precisato che per siti favorevoli si intendono siti che non propongono materiale pedopornografico, bensì dei luoghi virtuali dove i pedofili espongono i loro punti di vista. Non esistono statistiche riguardanti queste tipologie di siti (che sono comunque a centinaia), ma soltanto su quelli di marcato stampo pedopornografico, che tuttavia rendono l’idea sulle dimensioni di questo fenomeno, e il perché vi sia una tale attenzione a questa emergenza, visto che fino ad alcuni anni fa

Anteprima della Tesi di Alberto Bullo

Anteprima della tesi: Costruzione di un'emergenza in rete: siti web e pedofilia, Pagina 7

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alberto Bullo Contatta »

Composta da 147 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2742 click dal 15/11/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.