Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Globalizzazione del terrorismo e terrorismo della globalizzazione

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 ξ Ore 10.28 cade rovinosamente anche la torre Nord. La prima torre implode e la seconda fonde. Migliaia di persone vengono seppellite sotto le macerie senza possibilità di scampo. Cronologia scandita da minuti: il tempo nella seconda modernità subisce un’accelerazione esagerata; la storia non procede più per secoli o anni. Il destino dell’umanità è legato ad un susseguirsi di istanti, di momenti che incidono profondamente sull’avvenire. Con la globalizzazione le dimensioni del tempo e dello spazio vengono ridisegnate in “istantaneità” e “non luogo” e il “tempo reale” surclassa lo “spazio reale”. L’attentato di martedì 11 settembre è stato una tragedia trasmessa in diretta TV in tutto il mondo. Sembrava di assistere a qualcosa di incredibile, un trucco cinematografico estremamente veritiero che avrebbe potuto far pensare ad un trailer di qualche film made in Usa. In realtà stavamo assistendo in diretta mondiale ad una catastrofe che non sarebbe potuta venire in mente a nessun fantasioso regista in nessun luogo del mondo, perché era impensabile e al contempo assurda.

Anteprima della Tesi di Francesco Carderi

Anteprima della tesi: Globalizzazione del terrorismo e terrorismo della globalizzazione, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Francesco Carderi Contatta »

Composta da 282 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 17104 click dal 09/12/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.