Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La responsabilità sociale degli istituti di credito

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 Adam Smith 1 separa la sfera morale e privata da quell’economica: in questo modo viene data una legittimazione etica all’attività d’accumulazione dei moralisti inglesi trascinati nel commercio e nell’industria nel secolo XVIII. La sua teoria della mano invisibile che si trova nel saggio del 1776, “Indagine sulla natura della Ricchezza delle Nazioni” vede il sistema economico governato da una forza invisibile che mantiene in equilibrio il mercato. Nell’andare a massimizzare il proprio tornaconto, il singolo individuo, rende possibile la massimizzazione dei bene- fici per l’intera collettività e quindi se cresce il reddito del singolo, cresce anche quel- lo nazionale. Nell’Ottocento si fa strada la teoria economica del liberismo che vede la società for- mata da liberi individui. Questa scuola definita neoclassica o marginalistica, ripudia la scuola classica e ridefinisce le categorie economiche: trionfa la sovranità del con- sumatore e l’accumulazione come solo mezzo per perpetuare i consumi. Il consumatore non è sovrano di nulla, ma vittima della creazione di un mercato da parte delle imprese, grazie anche a metodi di comunicazione ricercati che fanno pen- sare che quel prodotto possa assolvere un bisogno creato ad hoc, anch’esso dal mercato. Ogni proposito etico ha il solo effetto di rallentare la crescita in un mercato che dà so- lo propone l’equa distribuzione delle risorse tra individui, sullo stesso piano, ma che svolgono solo funzioni economiche diverse. 2 La perfezione della teoria liberista, in cui etica ed economia si danno la mano solo per avvallare l’egoismo dell’individuo, cade sotto il crollo di Wall Street in cui si capisce 1 Titolare di cattedra di Filosofia Morale all’Università di Oxford 2 Gli individui sono Homo oeconomicus razionali che si scambiano beni sotto l’egida del reciproco vantaggio.

Anteprima della Tesi di Sabrina Maio

Anteprima della tesi: La responsabilità sociale degli istituti di credito, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Sabrina Maio Contatta »

Composta da 261 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4175 click dal 17/11/2004.

 

Consultata integralmente 28 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.