Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I rapporti tra il P.C.I. e la C.G.I.L. dalla crisi del 1955 alla svolta degli anni '60

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 Agli inizi del 1945, e più precisamente il 28 gennaio, ebbero inizio a Napoli i lavori del Congresso della CGIL. Erano trascorsi venti anni dall’ultima assise libera della vecchia Confederazione generale del lavoro. Di Vittorio, in un’intervista rilasciata a L’Unità sintetizzò in questi termini gli obiettivi del congresso: “Oltre che tracciare la linea generale di un piano di ricostruzione economica, secondo le esigenze generali del paese e non secondo particolari interessi plutocratici; oltre che formulare le principali rivendicazioni dei lavoratori italiani nel momento attuale ed esprimere la loro volontà di portare un più valido contributo alla liberazione dei nostri fratelli del Nord e dell’Italia, il congresso dovrà procedere alla costituzione delle più importanti federazioni nazionali. Infine, cosa importantissima, il congresso dovrà approvare lo statuto confederale che fissa la struttura ed i principi organizzativi della CGIL, che sono notoriamente fondati sulla base della più ampia ed illimitata democrazia interna” 8 . Al Congresso che si svolse dal 28 gennaio al 1 febbraio nella sala degli Arazzi del Museo nazionale di Napoli parteciparono circa cinquecento delegati, eletti, con voto segreto, nelle assemblee di fabbrica delle dodici regioni dell’Italia centro – meridionale, da circa un milione e mezzo di iscritti, ma riuscirono ad essere presenti anche alcuni rappresentanti venuti dal Nord, ancora occupato. I temi affrontati nel corso dell’assise riguardarono la ricostruzione, la questione dei monopoli e i problemi della piccola proprietà, affiancati da quello della disoccupazione. In questa occasione vennero chiariti anche i caratteri che il sindacato unitario avrebbe dovuto assumere in futuro. 8 DI VITTORIO, Giuseppe, in L’Unità, 14.1.1945.

Anteprima della Tesi di Ilaria Casaglieri

Anteprima della tesi: I rapporti tra il P.C.I. e la C.G.I.L. dalla crisi del 1955 alla svolta degli anni '60, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Ilaria Casaglieri Contatta »

Composta da 245 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1785 click dal 16/11/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.