Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

In the shadow of no towers. Art Spiegelman disegna l'11 Settembre

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 Spiegelman utilizza gli old comics nel nuovo libro per esprimere al meglio le sue emozioni e considera il fumetto il mezzo migliore per poter raccontare l’evento dell’11 settembre: The thing about comics, is they somehow are able to both mimic the passage of time — those boxes appear, then three, then four, to create a storyboard-like narrative — but you also see them all at once. And that all-at-onceness was the overwhelming feeling of September 11th: the overwhelming all happening at the same time. And for me, comics were able to somehow deal with that, a vivid kind of collaging (…) (Spiegelman, 2004c:on line) Prima di ripercorrere brevemente la nascita del fumetto negli Stati Uniti è necessario dare una definizione di massima di cosa intendiamo per fumetto per poter meglio collocare l’opera di Spiegelman. 1.2 Cosa sono i fumetti Non è facile dare una definizione di fumetto che ne comprenda tutti gli aspetti in modo esauriente. Molti studiosi hanno formulato diverse definizioni, tra cui Gubern (1975:29) che parla di “struttura narrativa formata dalla sequenza progressiva di pittogrammi, in cui possono inserirsi elementi di scrittura fonetica”. Quindi il fumetto è un insieme di immagini e parole, e perciò racchiude in sé due tipi di linguaggio: quello visivo e quello verbale. Pellitteri (1998:12) afferma che “il fumetto è oggi, contemporaneamente, una forma narrativa, un mezzo di comunicazione di massa e una forma d’arte contemporanea.” Il fumetto è una delle tante forme in cui la letteratura può presentarsi: narra delle storie e lo fa servendosi dei linguaggi letterari e di altri linguaggi, ad esempio l’illustrazione (Pellitteri, 1998:12). I fumetti sono stampati e una delle caratteristiche è proprio la loro natura di mezzo di espressione di massa che nasce e che si diffonde grazie all’industria giornalistica (Gubern, 1975:13). E’ infine una forma d’arte contemporanea “perché comunica ed esprime, nelle sue manifestazioni più alte, concetti, valori e composizioni formali di indubbio valore estetico” (Pellitteri,1998:13). Sempre Pellitteri (1998:13) afferma che “ogni storia a fumetti è dunque un mezzo innanzitutto letterario, perché basata sulla parola scritta, e insieme figurativo, in quanto caratterizzata da immagini disegnate, ed è al contempo

Anteprima della Tesi di Ylenia Bellantoni

Anteprima della tesi: In the shadow of no towers. Art Spiegelman disegna l'11 Settembre, Pagina 4

Laurea liv.I

Facoltà: Scuola sup. di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori

Autore: Ylenia Bellantoni Contatta »

Composta da 58 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2094 click dal 16/11/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.