Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Verso un'Italia federale. Dalla Riforma del Titolo V al disegno di legge sulla devoluzione.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 parlamentare o presidenziale della forma di governo, al riparto di poteri fra Stato e autonomie e all’assetto del sistema giudiziario. Le conseguenze di tutto ciò sono assai gravi, perché il nostro sistema politico, sempre più afflitto da conflittualità istituzionale, non riesce a chiudere la transizione iniziata negli anni Novanta dandosi regole condivise, attuate e ben collaudate dagli attori politici e istituzionali, come sarebbe desiderabile. Un effetto di questa situazione è il perdurare dell’instabilità di governo (tre presidenti del consiglio e quattro governi nella scorsa legislatura) suscettibile di venire meno solo se il sistema partitico produce una leadership particolarmente forte, a prezzo però dell’indebolimento delle garanzie di pluralismo e ponderazione delle decisioni. Senza contare che la stessa stabilità dell’attuale Governo sembra essere messa alla prova dai contrasti Polo-Lega e incombe il rischio dell’ennesimo scioglimento anticipato. Altra conseguenza è la difficoltà nel discutere e affrontare tutti i problemi più sentiti dalla popolazione e diversi da quelli istituzionali, la qual cosa dovrebbe essere l’occupazione principale di un sistema politico. 2. La prospettiva adottata: fra scienza politica e diritto La presente tesi di laurea si propone di affrontare le problematiche della riforma in senso federale del nostro ordinamento sia sotto il profilo giuridico che sotto quello politologico-istituzionale e quello dell’analisi delle politiche pubbliche. Ciò perché la riforma in questione può essere analizzata sia nel suo valore precettivo e nelle conseguenze che comporta sull’ordinamento giuridico, oggetto d’analisi dei giuristi, sia come prodotto di un processo politico che ha richiesto diversi anni di tempo e lavori, ha coinvolto una molteplicità di attori istituzionali (Governo, Parlamento, regioni, enti locali), politici (i partiti), sociali (associazioni di categoria, sindacati, stampa) ciascuno portatore di proprie percezioni, interessi, aspettative e strategie tese a contrarre alleanze per meglio raggiungere obiettivi propri e condivisi. Gli stessi giuristi sono considerati degli attori rilevanti nelle politiche costituzionali come esperti del settore. I costituzionalisti hanno formalmente il compito di consigliare la classe politica sia sull’interpretazione del senso della Costituzione così com’è (diritto costituzionale) sia sulla valutazione di come una

Anteprima della Tesi di Paolo Misiani

Anteprima della tesi: Verso un'Italia federale. Dalla Riforma del Titolo V al disegno di legge sulla devoluzione., Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Paolo Misiani Contatta »

Composta da 230 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9128 click dal 15/11/2004.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.