Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il gioco del calcio come fenomeno sociale tra rappresentazione e realtà

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

16 dell’interazione. 12 Da queste argomentazioni, si può già intravedere la posizione di partenza della nostra tesi: l’ipotesi di fondo è che l’attore sociale viene identificato dalla figura del calciatore e sarà compito della fase empirica di questo studio cercare di individuare quale definizione della situazione si crea e venga mantenuta da queste persone. I luoghi spaziali dove questi comportamenti vengono elaborati, ossia i territori degli attori, saranno oggetto del prossimo paragrafo e ci consentiranno di conoscere altri due elementi della drammaturgia goffmaniana: la ribalta e il retroscena, necessari per sviluppare la prospettiva drammaturgica goffmaniana e per consentirmi di elaborare uno schema di riferimento che verrà successivamente utilizzato per svolgere una funzione di guida nella fase empirica. 12 Giglioli, Self e interazione nella sociologia di Erving Goffman, introduzione a Goffman, Modelli di interazione, Bologna, Il Mulino, 1982, pp. XXI-XXXI, l’autore aggiunge: << Come Mead, Goffman divide l’individuo in due parti. […] Per Mead, la dialettica fondamentale del self è quella tra Io e Me; per la drammaturgia goffmaniana, le due parti fondamentali sono l’attore, “un affaticato fabbricante d’impressioni”, e il personaggio, “una figura dotata di carattere positivo, il cui spirito, forza e altre qualità eccezionali devono essere evocate durante la rappresentazione”. L’interesse di Goffman è invece concentrato sul personaggio o, meglio, sulle tecniche drammaturgiche impiegate per porre il personaggio in una luce favorevole. Sulla base di queste rappresentazioni la società attribuisce un self all’attore, che, questi, se favorevole, deve cercare di conservare. La seconda fondamentale distinzione goffmaniana è quella tra l’immagine del self che l’attore dovrebbe proiettare e quella che viene effettivamente proiettata. Da qui due imperativi d’azione dell’uomo goffmaniano: la coerenza e il controllo dell’informazione. Poiché il self viene attribuito a un individuo sulla base della sua rappresentazione e tende ad essere considerato stabile dalla società, la coerenza del personaggio è necessaria […]. Ma mantenere la coerenza è difficile, l’individuo corre sempre il rischio di essere screditato, con la conseguenza non solo di perdere la faccia in un momento determinato, ma di essere considerato da allora in poi come una persona che proietta un’immagine del self a cui non ha diritto. Di conseguenza il suo modello causale dell’interazione si riduce a una struttura sequenziale estremamente semplice. Un soggetto, quali che siano i suoi motivi, inizia l’interazione proiettando un’immagine del self e una definizione della situazione che divengono obbligatori per i partecipanti. Questi, a loro volta, rispondono. Una volta messo in moto, il processo interattivo tende a continuare spontaneamente e la sua felice o infelice conclusione deriva dal fatto se l’iniziale definizione della situazione venga accettata o meno. […] La questione cruciale non è tanto sapere chi sono i soggetti, ma quale è la situazione, perché è alla situazione che viene attribuito un significato (naturalmente l’identità del soggetto può essere importante nella misura in cui essa contribuisce a definire la situazione) >>.

Anteprima della Tesi di Davide Quaglio Cotti

Anteprima della tesi: Il gioco del calcio come fenomeno sociale tra rappresentazione e realtà, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Davide Quaglio Cotti Contatta »

Composta da 133 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8079 click dal 17/11/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.