Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il diritto alla identità personale

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 dei “dati sensibili”, quindi agli strumenti necessari al fine di tutelare ciascuno a non vedere distorta la propria personalità attraverso la diffusione di rappresentazioni non veritiere, in merito a profili inerenti ad essa. Sebbene, quindi, la ratio sottesa da questa normativa riguardi in modo particolare la tutela della riservatezza, concepita come diritto a non vedere divulgate in modo arbitrario informazioni relative alla propria sfera personale, essa presenta, in buona sostanza, risvolti tali da consentire una sua applicazione anche in tema di identità personale. Ed infatti, la cultura del rispetto da parte di chiunque tratti informazioni dei cittadini, che davvero costituisce un altro dei grandi obiettivi della legge 675/96, fonda anche una solida base per il diritto all’identità personale: di fronte alla frammentazione, che la persona ormai subisce nella dimensione informatica, il riferimento all’identità costituisce il

Anteprima della Tesi di Cinzia Voso

Anteprima della tesi: Il diritto alla identità personale, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Cinzia Voso Contatta »

Composta da 242 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7760 click dal 17/11/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.