Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Un caso di uso pubblico della storia: l'applicazione del paradigma antifascista alla guerra del Golfo del 1991

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 il problema, secondo Rusconi, di trovare nuovi miti identitari dell’opinione pubblica. A questo scopo l’Europa e la Nazione appaiono i due principali candidati. Rispetto al passato si accresce il peso degli orientamenti di massa rispetto a quelli filtrati dal sistema dei partiti ormai deboli e delegittimati. Senza dubbio questo riflette, come ha sottolineato Isernia, un cambiamento del rapporto fra i partiti e opinione pubblica. Se in passato era l’influenza dei partiti a condizionare gli umori della piazza ora sono i politici che devono interpretare gli orientamenti dell’opinione pubblica. Cambia il ruolo della piazza 1 , il luogo deputato tradizionalmente, nel nostro paese, alle grandi mobilitazioni di massa a favore o contro la guerra, viene sostituita dai nuovi mezzi di comunicazione: piazze virtuali e telematiche, altrettanto ricche di mercanti e imbonitori. L’attenzione della mia ricerca si concentra, principalmente, sulla disamina della carta stampata italiana, in cui si è riproposto l’eterno scontro, che ha caratterizzato tanti momenti della nostra storia, tra pacifisti e interventisti, non tralasciando di considerare il ruolo del mezzo televisivo in una guerra che prima di tutto è stato un evento mediatico. Ma accanto ai mezzi tradizionali di confronto, il dibattito sulla guerra del Golfo ha evidenziato, da parte di alcuni giornalisti e intellettuali, la tendenza a manipolare memorie storiche per costruire un consenso intorno alla guerra. L’uso della storia che avviene, nel dibattito sulla crisi, non è, secondo Gallerano, quello che si interroga sugli eventi per proporre nuove chiavi di lettura che consentono di interpretare il presente, ma quello che stabilisce analogie forvianti e 1 Mario Isnenghi, I luoghi della memoria, Bari, Laterza,1997, da pag 43 a pag 52

Anteprima della Tesi di Simona Enza Caltabiano

Anteprima della tesi: Un caso di uso pubblico della storia: l'applicazione del paradigma antifascista alla guerra del Golfo del 1991, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Simona Enza Caltabiano Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1336 click dal 22/11/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.