Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi e sperimentazione di una piattaforma open-source ibrida VoIP e TDM

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

La telefonia 7 uno slot ogni N ed in tale slot trasmetterà uno o più campioni del segnale telefonico. Ovviamente la distanza tra due slot consecutivi deve essere tale da non degradare la qualità chiamata, ed è solitamente pari a 125µs. 1.2.1 I PBX (Private Branch eXchange) Fino ad ora abbiamo fatto riferimento ad un’ipotetica telefonata tra due destinatari “relativamente” distanti; ora consideriamo un nuovo scenario: immaginiamo un’azienda che conta qualche centinaio di impiegati nella medesima sede. Verosimilmente, gli impiegati avranno bisogno di comunicare tra loro, ed è impensabile che l’azienda sottoscriva diverse centinaia di abbonamenti con un operatore telefonico, se non altro perchè risulterebbe alquanto dispendioso comunicare all’interno della sede con le tariffe di un operatore esterno. In questo caso si ricorre ai centralini o PBX, dispositivi cui vengono attestati vari telefoni che, in questo modo, possono essere messi in comunicazione “internamente”, senza, cioè, contattare operatori esterni e quindi senza costi di tariffazione. Il PBX, poi, viene collegato ad una o più linee telefoniche esterne (PSTN o ISDN) garantendo raggiungibilità da e verso l’esterno.

Anteprima della Tesi di Alessandro Amirante

Anteprima della tesi: Analisi e sperimentazione di una piattaforma open-source ibrida VoIP e TDM, Pagina 6

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Alessandro Amirante Contatta »

Composta da 61 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4358 click dal 22/11/2004.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.