Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le elezioni europee in Italia (1994-1999)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

INTRODUZIONE 8 imprimercele nella memoria, quella stessa memoria che conserva orribili ricordi di secoli di lotte, di guerre e di stermini, di sangue misto a odio. Sono immagini che costituiscono la nostra storia di Europei e ci piace pensare che a Strasburgo si lavori per cambiar pagina, per dare una svolta alla storia dell’Europa e del mondo. Le elezioni del 2004 si inseriranno in un contesto europeo e internazionale mai così delicato dalla caduta del Muro di Berlino: due filosofie si preparano inevitabilmente allo scontro. Da una parte abbiamo la ricetta proposta dagli Stati Uniti di G.W. Bush: trattati bilaterali, disconoscimento di qualunque autorità posta al di sopra dello Stato nazione – inteso come nessuna autorità al di sopra degli USA -, coalizioni "zoppe" per risolvere gli effetti di crisi che vengono invece da molto lontano. Dall'altra parte abbiamo il non facile tentativo di costruire un ordine superiore all'odierno sistema internazionale degli Stati: questo nuovo ordine dovrebbe essere in grado di garantire la pace, la sicurezza e l'equo sviluppo economico – sostenibile -, i tre pilastri attraverso i quali è possibile risolvere le cause delle crisi e non solo gli effetti. Esempi di questa filosofia sono i numerosi casi di integrazione regionale che guardano sempre più a quell'Europa capace, scegliendo la via dell'integrazione e non dei trattati di non aggressione o di mutuo soccorso, di risolvere i suoi plurisecolari conflitti. Così il 18 marzo 2004 l'Unione Africana ha inaugurato solennemente il suo "Parlamento panafricano" e altrettanto farà a breve il Mer.co.sur.: giovani, e pertanto fragili, tentativi di scegliere delle vie alternative alla cultura del sospetto e della rivalità con i confinanti. Sicuramente in questo processo le elezioni del 2004 costituiscono un punto importante se non addirittura essenziale. Sono sotto gli occhi di tutti le grandi manifestazioni per la pace nel mondo che caratterizzarono il febbraio del 2003, le prese di posizione del Parlamento europeo contro la guerra in

Anteprima della Tesi di Massimo Piermattei

Anteprima della tesi: Le elezioni europee in Italia (1994-1999), Pagina 2

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Massimo Piermattei Contatta »

Composta da 284 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2171 click dal 25/11/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.