Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La 'gerarchia delle resistenze' nella progettazione antisismica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

La progettazione antisismica Capitolo 1 12 massima accelerazione orizzontale al suolo vale m s max, && allora nel caso lo stesso oscillatore venga colpito da un sisma Ο volte più violento caratterizzato da una accelerazione massima al suolo: md ss max,max, &&&& Ο , se esso si dovesse mantenere sempre in campo elastico per la linearità che esiste tra velocità spettrale S v e accelerogramma )(ts&& del sisma avremo: (8) md xx max,max, Ο e quindi: (9) mcdc EE , 2 , Ο Questa relazione è molto significativa: sotto un terremoto ad esempio 3 volte più violento di un altro, l’energia cinetica massima che deve essere assorbita da un oscillatore elastico è 9 volte più elevata. Si evince come allora risulterebbe antieconomico l’assorbimento della energia cinetica corrispondente ad un terremoto violento solo attraverso energia di deformazione elastica. Occorre allora sfruttare le capacità di dissipazione plastica della struttura. Questa può infatti, come vedremo più innanzi, essere molto elevata, senza notevoli aggravi di costo, realizzando opportune distribuzioni di duttilità locale ottenendo una buona duttilità globale della struttura.

Anteprima della Tesi di Pasquale Lionetti

Anteprima della tesi: La 'gerarchia delle resistenze' nella progettazione antisismica, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Pasquale Lionetti Contatta »

Composta da 180 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10156 click dal 14/12/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.