Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Contrattazione standard e tutela del consumatore

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 testo dell’art. 1469 bis, 2° co.,c.c., introdotto dalla legge 6-2-1996, n. 52 (legge comunitaria 1994). Nonostante le differenze terminologiche, si ascrive di pieno diritto tra i provvedimenti comunitari a protezione del consumatore anche la direttiva CEE n. 94/47 19 concernente la tutela dell’acquirente per taluni aspetti dei contratti relativi all’acquisizione di un diritto di godimento a tempo parziale di beni immobili (c.d. multiproprietà). La direttiva formalmente sostituisce il consumatore con l’acquirente, fornendo, però, di quest’ultimo una definizione che ricalca quelle contenute nei provvedimenti normativi diretti a disciplinare i rapporti di consumo : acquirente è “la persona fisica a cui, nelle transazioni contemplate dalla presente direttiva, per scopi che si possono considerare estranei alla sua attività professionale, viene trasferito il diritto oggetto del contratto , o a favore della quale è costituito il diritto oggetto del contratto”. Da ultima la direttiva CE 97/7 sui contratti negoziati a distanza , al cui art. 2 è contenuta una definizione di consumatore non diversa da quelle finora esaminate. 19 G.U.C.E. 29-1-1994, n. L 280/83

Anteprima della Tesi di Davide Burdese

Anteprima della tesi: Contrattazione standard e tutela del consumatore, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Davide Burdese Contatta »

Composta da 232 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3907 click dal 06/12/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.