Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Scelte aziendali in condizioni di incertezza: gli usi non finanziari del "Value at Risk e le Opzioni Reali"

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

2 scelta basate su condizioni di first best: il decisore, infatti, compiendo un’astrazione e quindi una semplificazione della realtà, compie una serie di errori, in quanto: ¾ ipotizza un solo stato di natura, cioè formula una previsione riguardante una sola possibile configurazione dell’ambiente di riferimento, o più in generale, di tutto ciò che l’azienda non è in grado di controllare; ¾ congettura che i risultati così previsti si verificheranno con certezza, anche nel caso in cui l’analisi sia multiperiodale ed i propri comportamenti alternativi considerati siano molteplici; ¾ manca qualunque formulazione di uno scenario probabilistico Risulta facile immaginare come scelte formulate in questo modo possano condurre a risultati che pregiudichino gravemente il raggiungimento del fine ultimo dell’impresa, quello della creazione del valore 5 , in grado di assicurare la soddisfazione ed il contemperamento degli interessi dei diversi soggetti interessati a vario titolo allo svolgersi dell’attività d’impresa. Scopo del presente lavoro è quindi quello di indagare alcuni metodi quantitativi di scelta (tra i tanti) che tengano conto del rischio e dell’incertezza e che permettano di superare i problemi che possono nascere da una loro mancata considerazione. Mi è sembrata particolarmente interessante l’analisi di due modelli in particolare: ¾ Il Value at Risk, elaborato inizialmente nell’ambito dell’analisi delle scelte di portafoglio finanziario come misura della massima perdita di valore di un titolo entro un dato orizzonte temporale e con un certo intervallo di probabilità, nelle sue possibili applicazioni nell’ambito delle scelte in aziende non finanziarie; 5 G. GALASSI Lo sviluppo delle imprese tra opportunità e vincoli Giuffrè, Milano, 1999

Anteprima della Tesi di Domenico Benedetti

Anteprima della tesi: Scelte aziendali in condizioni di incertezza: gli usi non finanziari del "Value at Risk e le Opzioni Reali", Pagina 2

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Domenico Benedetti Contatta »

Composta da 100 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2611 click dal 26/11/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.