Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo tecno-scientifico e riflessione bioetica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

3 esaurirsi su quel terreno, per ammissione dello stesso mondo della scienza. In questo senso si configura quella strutturale multidisciplinarità spesso invocata per descrivere questa disciplina. Nel dettaglio occorre notare come la scienza sollevi una questione di rilevanza etica, che quindi richiede uno sforzo di mediazione filosofica, all’interno del panorama scientifico, non già dall’esterno, come se si chiedesse ad una disciplina eterogenea di pronunciarsi sui risultati della scienza. Dalla situazione di eterogeneità tra etica e scienza si verificano due diverse soluzioni: da una parte si può avere un imperialismo della scienza, la quale cerca nell’etica semmai una giustificazione del proprio operato, non certo una valutazione critica, dall’altra si potrebbe configurare un inverso imperialismo dell’etica sulla scienza, tale per cui la ricerca scientifica dovrebbe essere condotta secondo criteri estranei alla propria caratterizzazione. In realtà, si assiste sempre più al verificarsi del primo atteggiamento e non del secondo, possibile, comunque, in linea teorica. La ragione di questa situazione è da identificarsi, quindi, dalla mancata sintesi delle due discipline, per cui l’una viene ridotta all’altra. Riconosciuto a questo punto, non tanto l’auspicabilità, quanto la necessità di una sintesi tra le due discipline, occorre interrogarsi su dove si possa cercare la forza sintetica per ottenere il risultato. Su questa questione l’indagine filosofica può risultare preziosa. È possibile, infatti, all’interno della prospettiva filosofica, studiare i limiti e le competenze di scienza ed etica, per poter capire se e come queste due discipline siano compatibili. Il vantaggio della trattazione filosofica è costituito dal fatto che, dal punto di vista metodologico, la filosofia non può essere ricondotta all’interno di nessuna delle due discipline sulle quali è chiamata a compiere l’analisi; a differenza di quanto avviene, per esempio nella bioetica, quando ci si

Anteprima della Tesi di Giampaolo Ghilardi

Anteprima della tesi: Sviluppo tecno-scientifico e riflessione bioetica, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giampaolo Ghilardi Contatta »

Composta da 189 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5338 click dal 01/12/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.