Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La concentrazione nel settore dell'industria discografica: le majors e la loro presenza sul mercato

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 contemporaneamente sul fronte tecnologico e sul fronte della produzione artistica, quasi sempre in posizione dominante rispetto alle nuove entrate di dimensioni più ridotte. A questo proposito si noti, ad esempio, come tre delle attuali grandi multinazionali, BMG, EMI e SONY, in fondo derivino (tralasciando le complesse vicende societarie e le successive acquisizioni che ne hanno ulteriormente incrementato l’importanza e l’influenza sul mercato) da aziende storiche come, Rca-Victor, Gramophone Company e Columbia, le cui evoluzioni, insieme a quelle delle altre case protagoniste, saranno oggetto della trattazione del prossimo paragrafo. Un terzo stadio di maturazione del settore vede oggi quasi tutte le majors, fatta eccezione per EMI Music Group e solo molto recentemente anche per Warner Music Group, come divisioni facenti capo a gruppi conglomerati dell’entertainment. Fondati prevalentemente in seguito ad incorporazioni o fusioni societarie, tali gruppi inglobano molteplici attività: dalla gestione dei diritti d’autore con società fondate appositamente, alla produzione cinematografica, dal controllo di emittenti televisive alla produzione di home videos e videogames. Alcune delle ragioni di una simile tendenza sono da ricercare nella forte appetibilità di cui godevano le principali case discografiche mondiali negli anni ’80 e ‘90 da parte di multinazionali che operavano anch’esse in un contesto globale e nella più generale evoluzione di un processo di concentrazione tra i vari gruppi industriali iniziata negli anni ’70. Le dinamiche e l’assetto attuale del settore derivano quindi da queste tre fondamentali fasi storiche, la seconda delle quali verrà trattata nel prossimo paragrafo per comprenderne l’importanza e ai fini di rimandare al secondo capitolo una più rigorosa analisi del contesto di mercato considerando le specificità di ogni singola major.

Anteprima della Tesi di Enrico Ladisa

Anteprima della tesi: La concentrazione nel settore dell'industria discografica: le majors e la loro presenza sul mercato, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Enrico Ladisa Contatta »

Composta da 228 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8972 click dal 30/11/2004.

 

Consultata integralmente 34 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.