Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il maso chiuso

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 chiuso; essa, infatti, dovrà comprendere una casa di abitazione, con relativi annessi rustici 5 , ed il suo reddito medio annuo dovrà essere sufficiente per un adeguato mantenimento di almeno quattro persone, senza superare il triplo di tale reddito 6 . Come si vedrà nei capitoli successivi, vi sono degli elementi caratterizzanti il maso chiuso, che sono rimasti inalterati nel tempo, essi sono: l’assunzione del maso da parte di un unico erede; la valutazione del prezzo di assunzione, che viene fatta non in base al valore venale, ma in relazione al reddito fondiario medio e la liquidazione dei coeredi attraverso il prezzo di assunzione. Nonostante le alterne vicende legislative che l’hanno caratterizzato, il maso chiuso viene considerato da sempre un efficace rimedio, forse il più efficace, contro l’eccessiva frammentazione della proprietà fondiaria, con il conseguente depauperamento della classe agricola, lo spopolamento delle zone montuose e l’abbandono delle attività agricole in generale. 5 Alcuni masi constano di un solo edificio che riunisce sotto il suo tetto, l’abitazione ed il rustico, intercomunicanti. La disposizione più diffusa, però, è quella che gli autori tedeschi chiamano “baiuvara”, con l’abitazione ed il rustico vicini ma separati. 6 Cfr. art.2 L.P.17/2001.

Anteprima della Tesi di Barbara Pietra

Anteprima della tesi: Il maso chiuso, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Barbara Pietra Contatta »

Composta da 208 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4711 click dal 30/11/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.