Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Università di Bologna ed handicap: chi studia valuta i servizi

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 esistente. Proprio per questo sono stati riportati dei suggerimenti personali e, in particolare, quelli delle persone incontrate per migliorare qualitativamente l’inserimento nell’Università e nel contesto sociale delle persone disabili. Si ringraziano il prof. Canevaro e Capecchi che mi hanno dato la possibilità di realizzare tale elaborato che rappresenta un’analisi dettagliata del personale percorso universitario, essendo la sottoscritta affetta da deficit motorio. I ringraziamenti vanno anche a tutte le persone incontrate e che mi hanno permesso, dedicandomi buona parte del loro tempo, di raccogliere i dati riportati: sia alle personalità occupate presso l’Università di Bologna, ma anche e soprattutto ai ragazzi ai quali è stato chiesto di ripercorrere parte della loro vita –cosa che immagino non sia stata sempre facile!-. Non voglio dimenticare il gruppo del Calamaio che, non solo mi ha fornito le informazioni necessarie, ma mi ha permesso anche di partecipare e collaborare direttamente alle loro attività. Infine ringrazio Monica per gli utili consigli e tutti coloro che hanno permesso e supportato la mia carriera universitaria.

Anteprima della Tesi di Renata Piccolo

Anteprima della tesi: Università di Bologna ed handicap: chi studia valuta i servizi, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Renata Piccolo Contatta »

Composta da 231 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2284 click dal 01/12/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.