Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Confronto tra il vulcanismo del pianeta Marte e il vulcanismo terrestre con particolare riferimento alla Provincia Comagmatica Romana

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

13 particolarmente mobili, concentrandosi nel magma, lascerebbero un mantello fortemente impoverito in elementi radioattivi, con la conseguenza che un mantello in convezione, decurtato in tali elementi, possa difficilmente fondere. E’ tuttavia plausibile che al centro di celle convettive possano esserci nuclei relativamente stagnanti nei quali l’effetto del calore liberato dalla disintegrazione degli elementi radioattivi, possa effettivamente accumularsi sino a provocare la fusione; questo è infatti uno dei meccanismi proposto per spiegare l’origine dei plume. Fig.1.5.:Zona di possibile fusione parziale del mantello dedotta in base al diagramma di stato di una peridotite anidra (linea tratteggiata) e di una con aggiunta dello 0,1% di acqua (linea continua). Fig.1.6.: Diagramma di fase di una roccia; la linea del solidus indica le condizioni di pressioni e temperatura che separano la fase solida dalla fase liquida. Il processo di fusione può avvenire per diminuzione di pressione, per aumento di temperatura o per l’effetto combinato di entrambi i fattori. Altro processo alternativo in grado di spiegare l’arricchimento in elementi radioattivi, riguarda il metasomatismo del mantello grazie all’infiltrazione di soluzioni fluide arricchite in CO 2 e H 2 O, in grado di trasportare elementi a largo raggio ionico come quelli radioattivi. In un ristretto intervallo di profondità compreso tra 100-300 Km, l’aumento di pressione dell’acqua favorisce la fusione parziale del mantello con la possibile coesistenza di una frazione liquida ed una solida.

Anteprima della Tesi di Luca Tamburini

Anteprima della tesi: Confronto tra il vulcanismo del pianeta Marte e il vulcanismo terrestre con particolare riferimento alla Provincia Comagmatica Romana, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Luca Tamburini Contatta »

Composta da 246 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1822 click dal 13/12/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.