Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'anatocismo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

aventi ad oggetto la corresponsione di interesse di qual- siasi tipo. Il legislatore del 1942, ha cercato di evitare che nei rapporti tra il patrimonio del debitore e quello del creditore uno dei due si avvantaggi a danno dell’altro. Si è affermato:“L’art. 1283 c.c. è norma di contempera- mento e non di divieto” 23 . Tale affermazione è stata giustificata con due or- dini di motivi: a) Se la norma si prestasse all’imposizione di un divieto, la ratio di tutela del debitore, sarebbe riscontrabile in ogni parte della norma: ma così non è, dato che “il riconoscimento dell’anatocismo dal giorno della domanda giudi- ziale costituisce un vantaggio esclusivo del cre- ditore-attore, in applicazione del principio, di cui all’art. 2945 c.c., per il quale il tempo del processo non deve andare a discapito di chi lo promuove” 24 ; b) L’art. 1283 c.c., si apre con la locuzione “in mancanza di usi contrari” e questo fa ritenere 23 G. BUCCELLA, La disciplina degli interessi monetari, op. cit.,117. 24 B. INZITARI, Interessi, op. cit., 595. - 13 -

Anteprima della Tesi di Luca Sallese

Anteprima della tesi: L'anatocismo, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luca Sallese Contatta »

Composta da 144 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4415 click dal 06/12/2004.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.