Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il rilancio delle infrastrutture, un problema economico-politico-sociale, la terra, il mare e il cielo a confronto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 più scettici. Coloro che hanno subito una decurtazione di punteggio della patente, possono recuperare i punti perduti attraverso appositi corsi di aggiornamento (5513 corsi ad oggi effettuati, per un totale di 35.399 punti recuperati). I corsi hanno l’obiettivo concreto ed efficace di colmare le eventuali lacune dell’utente. Inoltre, sempre sotto il profilo normativo, il Ministero in stretta collaborazione con il Ministero degli Interni ed il Ministero di Grazia e Giustizia ha predisposto un articolato disegno di legge di delega al Governo per la riforma complessiva del Codice della Strada il cui iter approvativo è attualmente in corso. L’obiettivo è quello di pervenire ad un Codice semplificato ispirato a criteri di snellezza con un testo di immediata lettura ed utilizzo che contenga tutti i principi di carattere generale, la disciplina delle norme di comportamento, il sistema sanzionatorio nella materia della circolazione stradale, i principi generali in materia di patente a punti il tutto con l’obiettivo primario della tutela della sicurezza stradale e della effettività degli istituti sanzionatori. Così facendo gli attuali oltre 600 articoli del Codice e del regolamento attuativo saranno sensibilmente ridotti a poche decine di articoli (60-70 articoli). Con il disegno di legge la disciplina dei procedimenti amministrativi riferibili ad esempio ai contenuti più tecnici attualmente irrigiditi in un campo normativo pesante e poco versatile saranno sottoposti alla emanazione di regolamenti di secondo livello conseguendo così una maggiore flessibilità ed elasticità che consentirà di adeguarli più rapidamente. Ciò è importante in quei settori dove la necessità di adeguare le norme all’evoluzione tecnologica è particolarmente sentita. I principi ed i criteri direttivi in corso di definizione si ispirano, sia per il nuovo Codice della Strada che per i regolamenti delegificati, anche alla necessità di integrare, coordinare ed armonizzare il nuovo pacchetto normativo con tutte le altre norme legislative comunque rilevanti nella materia. Come è noto la legge obiettivo è stata varata il 21 dicembre 2001 e alla stessa data è stato varato il programma di realizzazione delle infrastrutture strategiche di interesse nazionale (delibera Cipe 121 del 21/12/2001). Tuttavia pressoché l’intero 2002 è trascorso nell’approntamento degli strumenti operativi della legge obiettivo, quali sono la legge 166/2002 (collegata alla Finanziaria 2002) ed il decreto legislativo attuativo della Legge obiettivo 166/2002, che sono diventati entrambi operativi nell’ottobre del 2002.

Anteprima della Tesi di Sebastiano Provenzano

Anteprima della tesi: Il rilancio delle infrastrutture, un problema economico-politico-sociale, la terra, il mare e il cielo a confronto, Pagina 2

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Sebastiano Provenzano Contatta »

Composta da 148 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2090 click dal 06/12/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.