Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Introduzione di una nuova marca in un mercato: il caso del vino italiano in Cina

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 65 milioni di consumatori4; il trend è comunque positivo: secondo i dati diffusi da Montrose nel 2000, il più grande importatore di vino in Cina, fino al 1998 il 70 per cento dei suoi vini erano venduti in ambienti frequentati dagli occidentali. Oggi il 60 per cento è venduto nei ristoranti frequentati da cinesi e a prezzi competitivi nei centri di grande distribuzione. La cultura del vino, per quanto lentamente, si sta diffondendo in Cina nonostante sia ancora molto lontana da quella degli Stati Uniti e soprattutto da quella europea; lo dimostra il fatto che molti cinesi tuttora sono soliti “tagliare” il vino con bevande gassate come Coca Cola e Sprite. Analizzando il consumo di vino in prospettiva quantitativa il consumo annuale di vino pro capite in Cina nel 2000 era di 0,2 litri5, con un aumento rispetto al 1994 del 61,8%; nel 2004 il consumo si è attestato a 0,5 litri per abitante, un valore in crescita, ma ben al di sotto della media mondiale del consumo di vino pari a 7,5 litri all’anno pro capite6 e lontanissimo da quello di paesi come l’Italia, con 48 litri all’anno per persona7. Le previsioni della crescita del mercato sono dunque ottime: in base ad un rapporto condotto da Huang Wei per conto di Sinomonitor International, una compagnia indipendente Cino-Giapponese di monitoraggio del mercato, recentemente rilasciato (agosto 2004), la Cina è un mercato del vino emergente con il potenziale di crescita più alto del mondo, pari al 10% annuo a fronte di una crescita piuttosto stagnante a livello globale che si attesta di poco al di sotto dell’1%8 4 fonte: www.chinaprospect.it 5 fonte: www.chinaprospect.it 6 fonte: winechina.com/english/ 7 fonte: www.repubblica.it/supplementi 8 fonte: winechina.com/english/

Anteprima della Tesi di Federico Di Biasio

Anteprima della tesi: Introduzione di una nuova marca in un mercato: il caso del vino italiano in Cina, Pagina 4

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Federico Di Biasio Contatta »

Composta da 62 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12289 click dal 06/12/2004.

 

Consultata integralmente 38 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.