Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Regolamento del Consiglio CE 1/2003: la modernizzazione del diritto della concorrenza europeo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

15 dell’articolo 9, comma 1 del regolamento n. 17 del 1962. La competenza esclusiva della Commissione è stata peraltro rafforzata dal dispositivo dell’articolo 9, comma 3 del regolamento 17, il quale prevede che fino a quando la Commissione non abbia iniziato una procedura intesa ad adottare una decisione di attestazione negativa (ex articolo 2), o una decisione che ordini di far cessare un’infrazione (ex articolo 3) o ancora una decisione di esenzione (ex articolo 6), le autorità degli Stati membri 14 restano competenti per l’applicazione dell’articolo 81, comma 1 e dell’articolo 82; 3) la realizzazione di condizioni atte a fornire alle imprese una sufficiente certezza del diritto indebolita dal principio della nullità assoluta delle intese restrittive di concorrenza di cui al comma 2, dell’articolo 81 e dalla formulazione molto generale dello stesso articolo 81, la cui portata non era stata ancora precisata dalla giurisprudenza comunitaria, dai regolamenti di esenzione o dalla prassi decisionale della Commissione. Il meccanismo di controllo preventivo, posto in essere dal regolamento 17 del 1962, ha permesso lo sviluppo di un insieme coerente di norme e ne ha consentito l’applicazione uniforme nella Comunità contribuendo alla realizzazione di uno degli obbiettivi centrali del Trattato CE: lo sviluppo del mercato interno. E’ agevole richiamare alla memoria che, in tale disciplina si inseriscono i regolamenti di esenzione i quali, predisposti dalla Commissione su autorizzazione del Consiglio 15 , servono da strumento di politica antitrust, 14 La Corte di Giustizia ha riconosciuto che nella nozione di autorità della concorrenza possono rientrare tanto autorità amministrative che giudiziarie incaricate di applicare la normativa nazionale della concorrenza (v. Corte CE, 30 gennaio 1974, causa 127/73, BRT/SABAM (BRTI), Racc. 1974) 15 Il Consiglio, con proprio regolamento, prevede anche in via preventiva le categorie e le caratteristiche degli accordi per i quali la Commissione è abilitata ad emanare le predette esenzioni.

Anteprima della Tesi di Nicola Neo

Anteprima della tesi: Il Regolamento del Consiglio CE 1/2003: la modernizzazione del diritto della concorrenza europeo, Pagina 11

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Nicola Neo Contatta »

Composta da 183 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5538 click dal 06/12/2004.

 

Consultata integralmente 40 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.