Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Strategie e performance delle compagnie aeree low cost. I casi Ryanair, Easyjet e Virgin Express.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1-La liberalizzazione del settore del trasporto aereo 12 1.1 Le prime norme internazionali Le prime norme europee sul trasporto aereo internazionale risalgono alla Convenzione di Parigi nel 1919 che fissò una serie di principi tra cui : 1. piena ed esclusiva sovranità di ogni stato sullo spazio aereo sovrastante il proprio territorio; 2. libertà di passaggio non offensivo, con o senza scalo, di velivoli civili di uno stato aderente alla Convenzione, sul territorio di un altro stato aderente; 3. subordinazione del transito dei velivoli al consenso degli stati da sorvolare. Fu solo nel 1944 con la Convenzione di Chicago che vennero stabilite delle regole più dettagliate per cercare di uniformare le discipline nazionali. Alla proposta di una totale liberalizzazione dei cieli degli Stati Uniti si contrapponeva la volontà degli stati europei, fortemente segnati dalla guerra, di mantenere la sovranità dello spazio aereo sovrastante il proprio territorio. Quest’ultimo principio fu mantenuto (art. 1), come fu mantenuto l’obbligo della preventiva autorizzazione per lo svolgimento dei servizi aerei internazionali, già stabilito nel 1919. Le modalità per la concessione di tali autorizzazioni fu rimessa a due accordi multilaterali: l’International Air Service Transit Agreement, e l’International Air Transport Agreement. Il primo riconobbe a tutte le aerolinee il diritto di sorvolare il territorio degli altri stati (detta 1 a libertà 1 ) e di farvi scalo per motivi commerciali (2 a libertà); il secondo 2 fissò ulteriori tre libertà ma rispetto 1 Vedi Appendice A. 2 Conosciuto come Five Freedom Agreement.

Anteprima della Tesi di Stefano Colapaoli

Anteprima della tesi: Strategie e performance delle compagnie aeree low cost. I casi Ryanair, Easyjet e Virgin Express., Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Colapaoli Contatta »

Composta da 357 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 23479 click dal 07/12/2004.

 

Consultata integralmente 96 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.