Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Osservazioni sul fenomeno dell’immigrazione in Spagna, con riferimento al periodo 1992-2002

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 quello delle entrate, completando i dati statistici nel quadro giuridico- politico spagnolo dell’Unione Europea. 9 Ora prendiamo in considerazione quella che abbiamo definito come l’altra categoria di fonti statistiche da cui attingono gli studiosi del fenomeno migratorio: da una parte i censimenti dall’altra i registri anagrafici, citati precedentemente, denominati “padrones”. Il “Padrón municipal” 10 è il registro amministrativo in cui sono iscritti tutti gli abitanti del comune, e l’iscrizione è obbligatoria per coloro che stabiliscono la propria residenza nel territorio municipale. L’iscrizione consiste nel rilasciare il proprio nome e cognome, sesso, data di nascita, nazionalità, domicilio, titolo di studi, e un documento di identificazione. L’essere iscritti permette poi di poter usufruire delle facilitazioni concesse agli abitanti del Municipio stesso, come i mutui sulla casa, ed è necessario per ottenere la tessera per l’accesso ai servizi della sanità pubblica. L’iscrizione nel registro inoltre può essere uno strumento per calcolare il tempo trascorso in Spagna dall’immigrato irregolare in funzione anche dei processi di regolarizzazione; ogni straniero infatti si può e dovrebbe iscrivere senza avere permesso di soggiorno o di lavoro.Da queste fonti, i censimenti e i padrones, derivano altrettante pubblicazioni statistiche elaborate dall’INE: il Censo de población e il Padrón municipal de habitantes. Queste serie di dati approfondiscono la situazione socio- demografica, con periodicità decennale per il censimento e quinquennale per il padrón fino al 1996. Dopo questa data, per uniformarsi con la vision de las migraciones desde España) Universitat de Valencia, Patronat Sud –Nord,1999. 9 L’Anuario de migraciones si distingue da quello di estadística de extranjería per il suo diverso “taglio”. Sono, infatti, presenti nell’annuario ben quattro capitoli, sugli otto complessivi, dedicati alla legislazione: uno a quella nazionale uno a quello europea, uno che descrive l’organizzazione del Ministero e uno riguardante la situazione legislativa degli spagnoli all’estero; questa impostazione facilita la comparazione tra legislazione e statistica.

Anteprima della Tesi di Marco Rapini

Anteprima della tesi: Osservazioni sul fenomeno dell’immigrazione in Spagna, con riferimento al periodo 1992-2002, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Marco Rapini Contatta »

Composta da 130 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5060 click dal 07/12/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.