Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Concorrenza e regolazione nel trasporto ferroviario passeggeri: il difficile cammino delle riforme

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 business by independent commission”. Più in particolare, per quanto riguarda gli ordinamenti a diritto amministrativo, cui quello italiano appartiene, occorre volgere l’attenzione alla Francia, che più di ogni altro paese ha visto la dottrina e la giurisprudenza impegnate nell’approfondimento della nozione di servizio pubblico. La scienza giuridica francese ha originariamente formulato una nozione “forte” del service public, in base alla quale l’intera attività pubblica (che non sia funzione pubblica) è servizio pubblico e come tale informata a tre elementi fondamentali: il criterio organico, cioè l’intervento di un soggetto pubblico, il criterio formale, in base al quale il servizio pubblico è disciplinato da un regime giuridico speciale, e il criterio funzionale o materiale, in base al quale il servizio pubblico soddisfa bisogni di interesse generale. In Italia la nozione di servizio pubblico non ha mai assunto una centralità paragonabile a quella riconosciuta dalla tradizione giuridica francese. La teoria nominalistica o soggettiva affermatasi nel primo decennio del novecento opera infatti un capovolgimento della nozione francese in base alla quale lo Stato-Nazione è l’insieme dei servizi pubblici, evidenziando che sono tali solo quelli di cui è titolare lo Stato. Questa concezione individua, in particolare, un servizio pubblico nelle attività destinate agli amministrati e imputabili (direttamente o indirettamente) allo Stato o a un ente pubblico. «Tale nozione (incentrata sul concetto di prestazione e di imputabilità allo Stato) implica l’impossibilità di definire il pubblico servizio in base ai caratteri oggettivi dell’attività, mentre si avrà servizio pubblico se questa è attribuita dal legislatore allo Stato, seppure l’esercizio (non la titolarità) viene trasferita a un soggetto non statale». 3 3 Nicoletta Rangone, I servizi pubblici, Bologna, Il Mulino, 1999, p.300, ove è possibile rinvenire tutte le indicazioni bibliografiche sull’argomento.

Anteprima della Tesi di Daniele Manetti

Anteprima della tesi: Concorrenza e regolazione nel trasporto ferroviario passeggeri: il difficile cammino delle riforme, Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Daniele Manetti Contatta »

Composta da 142 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3695 click dal 09/12/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.