Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli Indicatori dell'Information and Communication Technology

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 femminile online, che oggi è pari al 41%, e l’alta percentuale di non occupati, spiegata da molti giovani che cercano il primo lavoro online. Nell’area Internet vengono presi in considerazione anche i dati relativi al commercio elettronico, che nonostante abbiano mostrato un aumento complessivo degli acquisti online, riportano alla consapevolezza della realtà italiana caratterizzata da una cultura e da una struttura dei consumi che non consentono una portata del fenomeno pari a quella degli altri Stati, visibile nel fatto che i buyer sono solo una piccola percentuale degli users. Un’altra area che fornisce indicatori interessanti è quella dei media. La televisione è, come già tutti sappiamo, il mezzo più usato, seguito dalla radio, con 35,6 milioni di utenze. Il settore della pay-tv ha invece una crescita lenta dovuta non solo a problemi infrastrutturali ma anche alla pirateria. L’ultima area analizzata è quella dei brevetti, che mostra un elevato aumento del numero dei brevetti non solo negli Stati Uniti e Giappone ma anche in Europa, dove le percentuali più alte sono da attribuire ad inventori tedeschi, inglesi e francesi e sono relativi soprattutto al settore della tecnica di comunicazione elettronica. L’Italia è al 7° posto in Europa con 259 brevetti, provenienti soprattutto da Lombardia, Piemonte e Lazio. Dopo uno studio a livello internazionale, nel quarto capitolo si analizzano i vari indicatori ICT a livello regionale, così da comprendere il diverso grado di integrazione di queste tecnologie all’interno delle diverse realtà locali. Il primo indicatore preso in considerazione è la spesa in ICT. L’andamento positivo che si è verificato fino al 2001 non è stato confermato dai dati dell’ultimo anno, infatti tutte le aree geografiche hanno evidenziato un andamento negativo, più accentuato nel Sud e nelle Isole, probabilmente a causa di problemi economici riscontrati falle famiglie in seguito all’introduzione dell’euro.

Anteprima della Tesi di Maria Teresa Bruno

Anteprima della tesi: Gli Indicatori dell'Information and Communication Technology, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Maria Teresa Bruno Contatta »

Composta da 192 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2281 click dal 15/12/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.