Skip to content

La televisione del futuro: digitalizzazione e interattività

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
Ulisse Vitali La televisione del futuro: digitalizzazione e interattività 13 antenna parabolica e di un ricevitore digitale (noto anche come decodificatore o decoder) in grado di trasformare il segnale in forma analogica, rendendolo fruibile attraverso il televisore, e (previo inserimento dell’apposita smart card) di decodificare il segnale criptato dei canali a pagamento. Inoltre il decoder può essere collegato ad un modem come canale di ritorno per i servizi interattivi e ad un impianto hi-fi per ottenere una elevata qualità dell’audio. La prima trasmissione televisiva digitale via satellite è stata lanciata negli Stati Uniti nel 1994 con l’intento di raggiungere le aree discoste, dove far arrivare la TV via cavo era economicamente svantaggioso. In Europa bisognerà aspettare fino al 1996 quando la francese Canal+ lancia il primo bouquet digitale via satellite (CanalSatellite). Seguiranno a ruota l’italiana Tele+ e l’inglese BskyB del magnate australiano Rupert Murdoch. Attualmente a livello europeo la quasi totalità delle piattaforme digitali satellitari operano soprattutto sotto forma di pay tv, e i satelliti più noti sono quelli di Astra e gli HotBird di EutelSat, che trasmettono centinaia di canali televisivi e radiofonici. 2.1.3.2 Il cavo Accanto alla trasmissione digitale via satellite si sta facendo largo un’altra forma per inviare i segnali digitali: il cavo. Nato per far giungere il segnale televisivo in località non coperte dalle trasmissioni via etere, il cavo si presta particolarmente bene anche alla trasmissione della TV digitale, potendo trasportare un numero di canali estremamente elevato. Il sistema di distribuzione via cavo è alimentato da una combinazione di segnali provenienti da diverse sorgenti quali il satellite, emittenti locali e altri, i quali vengono poi assemblati e ridistribuiti dalla stazione di testa della rete via cavo. Per l’utente finale la ricezione è molto simile a quella via satellite, per cui grazie ad un decoder è possibile ricevere i canali digitali attraverso l’apparecchio televisivo di casa. Lo svantaggio delle reti via cavo risiede nei costi: questo sistema richiede infatti enormi investimenti per la sua realizzazione, per gli allacciamenti dei singoli utenti e per la manutenzione delle strutture. Ciononostante il cavo probabilmente resterà al centro delle future tecnologie: esso infatti è un ottimo mezzo di trasmissione per i dati digitali, soprattutto per quanto riguarda la fibra ottica. Essa consiste in un cavo composto da molti sottilissimi fili di vetro in grado di veicolare molte più informazioni (la larghezza di banda è praticamente illimitata) grazie alla trasformazione dei segnali digitali in impulsi luminosi anziché elettrici come avviene nel cavo coassiale. La fibra ottica inoltre possiede il vantaggio di non subire interferenze elettromagnetiche e di tollerare molto bene le cattive condizioni meteorologiche ed atmosferiche. Grazie alle sue caratteristiche essa garantisce quindi un’alta velocità di
Anteprima della tesi: La televisione del futuro: digitalizzazione e interattività, Pagina 9

Preview dalla tesi:

La televisione del futuro: digitalizzazione e interattività

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ulisse Vitali
  Tipo: Tesi estera
Anno: 2004
Docente/Relatore: Giuseppe Richeri
Conseguita presso: Università della Svizzera Italiana (USI)
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 113

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi