Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Percorsi di sviluppo delle imprese nel settore del lusso. I casi LVMH, Hermes e Gucci

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

4 INTRODUZIONE Cercare di circoscrivere il fenomeno in una definizione è un’impresa non facile. Trascurando epoche a noi lontane, come quella romana, e limitandoci alla storia moderna, potremmo far coincidere la nascita del “Lusso” nell’età contemporanea con la costruzione del castello di Versilles in Francia: lusso come attributo di rango, simbolo di potere. Bisogna attendere il XIX secolo perché il “Lusso” diventi veramente accessibile ai privati: alla classe Borghese. Il possesso di un oggetto lussuoso divenne simbolo di appartenenza ad un’elite ad una nuova categoria sociale. Lombard definisce lussuoso quel bene o servizio “acquistato per farsi piacere o valorizzarsi” 1 Per studiare il fenomeno del lusso, dunque, non bisogna scindere il sogno dalla realtà. Bisogna tener conto dei sogni, indispensabili nel processo seduttivo dei prodotti di lusso, ed è il valore aggiunto che provoca il desiderio di possedere quel bene. Il presidente di Dior S. Toledano, pone l’accento sul fatto che il lusso sarebbe “un valore, un attributo che contribuisce allo svolgimento armonioso della vita”. 1 LOMBARD M., “Produits de Luxe”, ed. Economica, Paris

Anteprima della Tesi di Selene Pannese

Anteprima della tesi: Percorsi di sviluppo delle imprese nel settore del lusso. I casi LVMH, Hermes e Gucci, Pagina 1

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Selene Pannese Contatta »

Composta da 149 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 19327 click dal 17/12/2004.

 

Consultata integralmente 57 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.