Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tra calzette pizzi e merletti, Neera, scrittrice di talento, donna di alta moralità

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione 2 Pensavo che, prima di noi, le donne non avessero avuto le parole per dirsi; che il silenzio conservasse e raccontasse i loro gesti i loro sogni, la loro storia. Eppure io leggevo scrit- ture di donne. 1 Ma il lavoro, che solo negli ultimi decenni si sta portando a ter- mine su scritti privati e pubblici, tra carte inedite e testi scono- sciuti, incomincia a ridar vita e a render visibile e accessibile quel grandissimo “archivio delle assenze”, dietro cui è nascosta tutta la vitalità di voci costrette da un alto muro legislativo e cul- turale, entro il ristretto ambito casalingo e privato. Si scopre, allora, l’inconfutabile presenza ed esistenza di una scrittura femminile che cammina parallela e di pari passo a tutta la nostra tradizione letteraria, obbligata ad una revisione delle pro- prie regole e della classica scala di valori che presiede alle moda- lità di inclusione ed esclusione dei testi dal proprio repertorio. Nel corso della storia, nelle dinamiche di prevaricazione dei sessi, la donna ha sempre vestito i panni del più debole, questo avrebbe permesso alla controparte, anche e soprattutto per paura, di occultare nell’oblio ed esiliare nel silenzio tutto ciò che potesse risultare pericoloso, increscioso e in qualche modo minacciare il proprio predominio culturale e quindi economico e sociale. Ma da- to che ciò che è rimosso e dimenticato non per questo è morto e sepolto e continua ad esistere in un lento e incessabile lavorio di sottofondo, gradualmente assistiamo ad una presa di coscienza, seppur difficile e incresciosa, da parte degli intellettuali, che, già a fine Ottocento, non possono più evitare di riconoscere l’importanza di una presenza femminile sempre più numerosa e variegata negli intenti. 1 MARINA ZANCAN, Il doppio itinerario della scrittura: la donna nella tradizio- ne letteraria italiana, Torino, Einaudi, 1988, p. X.

Anteprima della Tesi di Paola Sciarretta

Anteprima della tesi: Tra calzette pizzi e merletti, Neera, scrittrice di talento, donna di alta moralità, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Paola Sciarretta Contatta »

Composta da 135 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 241990 click dal 17/12/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.