Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Pubblica amministrazione e partecipazione. Quale Amministrazione e per quale partecipazione?

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

organizzazione ha caratterizzato il modello tayloristico d’impresa sino a tutti gli anni ’60 e le amministrazioni pubbliche sino ai giorni nostri. Sulla base dei cambiamenti organizzativi introdotti dalle imprese, le amministrazioni pubbliche hanno avviato a loro volta processi di cambiamento atti ad ottimizzare l’utilizzo delle risorse rispetto al raggiungimento degli obbiettivi. L’efficacia dell’azione amministrativa è misurata con il raggiungimento di obiettivi quantificabili prefissati di anno in anno dai dirigenti per i loro centri di costo. Gli addetti pertanto hanno, in questa nuova impostazione, la responsabilità del raggiungimento degli obiettivi stabiliti. “Il processo di aziendalizzazione trasforma l’ente locale da “burocrazia inefficiente e sprecona” in “azienda (pubblica)”; il dirigente da “yes-man dell’assessore” a “manager”; il cittadino da “suddito” a “cliente”; gli obbiettivi da “libro dei sogni” a “indicatori quantitativi di output (servizi/ prodotti)” (Ricotta, 2002). “La postburocrazia è fondata su logiche di prestazione, è al servizio del cittadino e misura la sua attività sulla qualità del servizio fornito” (Bifulco, 2001, pag. 116). Questa logica aziendalista, quand’anche efficace per un’impresa che offra servizi/prodotti a clienti, e se pur migliorativa rispetto alla condizione precedente, risulta ancora fortemente inadeguata se la si vuole applicare ad una amministrazione pubblica. “I cittadini possono contare su una più ampia e capillare informazione, dispongono di criteri certi e possono chiedere quanto loro dovuto, eventualmente ottengono risposte ed esprimono pareri; ma ciò non significa che esercitino le 6

Anteprima della Tesi di Daniela Patrucco

Anteprima della tesi: Pubblica amministrazione e partecipazione. Quale Amministrazione e per quale partecipazione?, Pagina 5

Laurea liv.I

Facoltà: Sociologia

Autore: Daniela Patrucco Contatta »

Composta da 60 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3327 click dal 17/12/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.